28 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 28 Settembre 2021 alle 19:58:00

Cronaca

​Tenta di strangolare una clochard: preso​

Un 67enne fermato alla stazione dagli agenti della Polfer

Polfer in azione
Polfer in azione

Arrestato per aver tentato
di strangolare una clochard.

Gli agenti della Sezione di Polizia
Ferroviaria di Taranto hanno fermato il
tarantino, R.A., sessantasettenne già noto
alle forze dell’ordine, persona senza fissa
dimora e noto frequentatore della stazione
jonica.
In particolare intorno alle ore 19 del 2
aprile scorso i poliziotti, durante l’attività
di perlustrazione e controllo alla stazione
ferroviaria, hanno notato, nei pressi del
bar il sessantasettenne mentre sferrava
violenti e ripetuti pugni ad una donna
facendola cadere a terra.

L’uomo con inaudita violenza ha poi afferrato
con le mani il collo della malcapitata
con l’intento di strangolarla, urlando: “ti ammazzo”.

Gli agenti non hanno esitato ad
intervenire,mettendo fine all’aggressione
e liberando la donna dalle grinfie dell’uomo,
il quale, senza non poche difficoltà,
è stato bloccato e messo in condizioni di
non nuocere.
La donna aveva perso conoscenza ed
era cianotica in volto. Gli agenti si sono
subito prodigati per rianimarla chiedendo
l’intervento dell’ambulanza del
118. Accompagnata al pronto soccorso
dell’ospedale Ss. Annunziata, i medici
le hanno riscontrato “tumefazioni delle
parti molli della radice del collo da tentato
strangolamento”.
La vittima è stata poi dimessa con prognosi
di sette giorni.

La donna ha riferito ai poliziuotti di
aver subìto altre aggressioni da parte
dell’uomo.
L’ultima è avvenuta la notte del 31 marzo
scorso quando è stata colpita con pugni al
volto che le hanno provocato una ecchimosi
all’occhio destro.
Al termine delle formalità di rito, R.A,
con precedenti per reati contro la persona
e il patrimonio e per stupefacenti, è stato
dichiarato in arresto per tentato omicidio
e lesioni, e condotto nella casa circondariale
di largo Magli a disposizione
dell’autorità giudiziaria. È stato, inoltre,
denunciato in quanto trovato in possesso
di due chiavi esagonali utilizzate per aprire
le porte dei treni e sanzionato poiché
trovato in evidente stato di ubriachezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche