x

21 Maggio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 21 Maggio 2022 alle 07:14:22

Cronaca

​Era ai domiciliari ma nascondeva droga​

Finisce in carcere un trentacinquenne tarantino


Nonostante fosse ai domiciliari
deteneva hashish ed eroina: arrestato
un 35enne tarantino.

I carabinieri dell’Aliquota operativa della
Compagnia di Taranto hanno fermato per
detenzione ai fini di spaccio di sostanze
stupefacenti, Cosimo Magrì, concretizzando
così tutti gli sforzi finalizzati ad
incentivare la presenza sul territorio ed
a reprimere i reati connessi al traffico di
droga.
La lotta senza quartiere ai “cartelli”
dello spaccio nel capoluogo jonico, negli
ultimi mesi sta consentendo il sequestro
di ingenti quantitativi di droga ed anche
nelle recenti festività l’attività preventiva
dei carabinieri non si è fermata.

I militari, infatti, nel corso di un mirato
servizio hanno concentrato la loro attenzione
su un’abitazione del Borgo. Proprio
nel corso di un accurato servizio di appostamento
gli investigatori hanno notato
un continuo andirivieni di persone alcune
delle quali note come tossicodipendenti.
Per tale motivo i militari, anche in considerazione
del fatto che nello stabile risiedeva
una persona sottoposta agli arresti
domiciliari con braccialetto elettronico,
hanno deciso di procedere ad una perquisizione.

L’attività non ha tardato a dare i suoi frutti
in quanto, i carabinieri hanno rinvenutonella
disponibilità del trentacinquenne,
48 grammi di hashish, suddivisi in 26
“stecchette”, avvolte in carta stagnola, 4
grammi di eroina, suddivisi in 4 dosi in
cellophane termosaldate, un bilancino di
precisione, 50 euro in banconote e monete,
tre taglierini con lama in metallo intrisa
di sostanza stupefacente e un quaderno
contenente appunti vari riportanti cifre e
nominativi di acquirenti.

Magrì al termine delle formalità di rito è
stato dichiarato in arresto e, su disposizione
del magistrato di turno presso la Procura
del capoluogo jonico, è stato condotto
nella casa circondariale di largo Magli.
Hashish ed eroina consegnati agli esperti
del Laboratorio analisi sostanze stupefacenti
del comando provinciale di viale
Virgilio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche