15 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Giugno 2021 alle 17:29:48

Cronaca

​«I nostri defunti sono costretti ad emigrare»​

Via alla petizione popolare dell’Anf


«Nel cimitero di Talsano vengono sepolti defunti
provenienti da Taranto e, al contrario, quelli della borgata
sono costretti ad emigrare nei comuni di Leporano, Pulsano
e addirittura Palagiano».

È la denuncia dell’Associazione nazionale famiglie in riferimento
al funzionamento della “macchina cimiteriale” della
borgata.
«I dati degli ultimi mesi documentano una tendenza negativa
nella fase della tumulazione che espone la cittadinanza
di Talsano a problemi, lungaggini burocratiche e disservizi.
Il servizio non sempre è curato e gestito adeguatamente – si
legge nella lettera.
Difatti, in seguito alle numerose segnalazioni pervenuteci da
parte di cittadini che abitano a Talsano abbiamo deciso di
avviare una petizione popolare per sollecitare interventi che
ne migliorino il servizio di sepoltura dei propri defunti restituendone
la certezza del diritto che da qualche tempo è venuta
meno».

La questione è stata più volte oggetto di interessamento
da parte dell’amministrazione comunale ma evidentemente
alcune priorità e
necessità di governo
a breve termine hanno
fatto sì che questa
questione venisse accantonata.
Ad oggi assistiamo
alla difficoltà
di seppellire i residenti
per mancanza di posti.
Ci segnalano che
nel cimitero di Talsano
vengono sepolti
defunti provenienti da
Taranto e, al contrario,
quelli della borgata
sono costretti ad emigrare
nei comuni di
Leporano, Pulsano e
addirittura Palagiano.
Recentemente – proseguono
dall’Anf – decine
di residenti hanno
manifestato il proprio
disappunto con una
contestazione davanti
al cimitero locale. Le
famiglie di Talsano
si chiedono quante altre tasse devono pagare affinchè ci sia
maggiore attenzione nei confronti del territorio? Perché, se
dovessimo fare un rapido conteggio di costi e benefici sicuramente
le sfortunate famiglie di questa borgata vivrebbero
ancora come ai tempi delle diligenze e dei treni a vapore».
«Per fortuna non è così perché, nel frattempo, nonostante il
disinteresse della politica, gli abitanti hanno provveduto a
estirpare le erbacce cresciute sui marciapiedi, colmare le buche
stradali, realizzare la pavimentazione di marciapiedi e
aprire tombini per evitare allagamenti.

Pertanto – conclude
l’Associazione nazionale famiglie – se consideriamo che Talsano
e le zone limitrofe sono diventati quartieri popolosi, da
tenere in debita considerazione, riteniamo che abbiano diritto
anche ad avere servizi più efficienti a prescindere da altre,
eventuali, considerazioni socio-politiche da parte del Palazzo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche