Cronaca

​Un progetto per valorizzare il Distripark​

Gli obiettivi della Regione Puglia a Mipim 2018, il più importante Salone Internazionale dedicato all’immobiliare, in programma a Cannes

Michele Mazzarano
Michele Mazzarano

Non solo valorizzazione di edifici storici di pregio ma
anche attrazione investimenti.

Con questi obiettivi la Regione Puglia
partecipa per la terza volta a Mipim 2018, il più importante Salone
Internazionale dedicato all’immobiliare, in programma a Cannes, in
Francia, dal 13 al 16 marzo 2018.
La Regione Puglia, con il supporto tecnico di Puglia Sviluppo, promuoverà
dinanzi ad un pubblico internazionale specializzato diverse
opportunità di investimento in Puglia tra cui l’ex convento di Santa
Lucia della seconda metà del 1500 e l’ex anagrafe, un edificio del 1700
in origine convento dedicato a S. Maria della Vittoria, entrambi nel
centro storico di Barletta (Bt), ma valorizzerà allo stesso tempo, il Distripark
di Taranto, una struttura in grado di attrarre imprese e nuovi
flussi di traffico merci internazionali attraverso un servizio completo
per la gestione della catena distributiva
delle merci con tecnologie avanzate.

La Regione Puglia, partecipa all’evento
nella collettiva italiana, coordinata
dall’Agenzia Ice, che, su impulso del
Ministero dello Sviluppo Economico,
promuove ed organizza il Padiglione
Italia in sinergia con i Ministeri della
Difesa e dell’Economia e delle Finanze.
Di grande pregio i progetti che la Puglia
presenterà nella giornata del 15 marzo.
Se per i due immobili di Barletta l’intento
è quello di creare contenitori culturali
o turistici dopo aver ristrutturato i due
edifici, è tutta di natura economica la
destinazione del Distripark di Taranto.
A spiegarlo è l’assessore regionale allo
Sviluppo economico della Regione
Puglia, Michele Mazzarano (nella foto): «Quest’anno abbiamo voluto
valorizzare due aspetti fondamentali dello sviluppo della Puglia, la
logistica nella distribuzione delle merci attraverso le più avanzate tecnologie
e il binomio cultura-turismo per il quale la Puglia attira grande
attenzione internazionale.

Nel primo caso il progetto riguarda la città di
Taranto, che non è solo un centro industriale di grande produttività in
Italia, ma un polo logistico unico sia per i servizi che è in grado di offrire
che per il potenziale di sviluppo che possono avere nei prossimi anni.
Il progetto del Distripark incide sia sul lato dell’offerta che sul lato della
domanda perché prevede di attrarre imprese che operano nel trasporto
e aziende che si occupano di servizi di trasformazione e assemblaggio
di componenti industriali, e anche perché punta a stimolare nuovi flussi
di traffico interessati ad un servizio completo per la gestione della catena
distributiva delle merci offrendo per di più tecnologie avanzate».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche