27 Novembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 27 Novembre 2020 alle 16:46:59

Cronaca

I turchi al porto, opportunità per gli ex Tct

Offerta di YilPort per il molo polisettoriale. La soddisfazione della Uil


Grande soddisfazione
esprimono Uil e Uiltrasporti di
Taranto per la notizia diffusa dall’Autorità di Sistema Portuale
del Mar Ionio, e anticipata nei
giorni scorsi da Taranto Buonasera,
sull’avvenuta presentazione da
parte della YilPort Holding A.S.
della richiesta di concessione demaniale-marittima
relativa all’occupazione
e uso totali dell’intero
compendio portuale denominato
“Molo Polisettoriale” di Taranto.

«Con questa istanza – spiegano il
segretario generale della Uil di
Taranto, Giancarlo Turi, ed il segretario
generale della Uiltrasporti
di Taranto, Carmelo Sasso – la
YilPort chiede, oltre all’utilizzo
dell’infrastruttura portuale, anche
l’uso delle attrezzature e/o delle
installazioni attualmente presenti.
Tale più ampia e articolata proposta,
rispetto alle precedenti pervenute,
consentirà sicuramente il
ritorno di Taranto al centro delle
rotte del Mediterraneo in quanto
la stessa YilPort possiede parte
delle quote azionare della Compagnia
di navigazione Cma Cgm,
con sede a Marsiglia, attualmente
terzo operatore marittimo del
mondo».
«Inoltre, riguarda anche l’attivazione
di servizi Ro-Ro attraverso
il sistema dei semi-rimorchi che
rappresenta un mercato nuovo e in
fortissima espansione.
Questo sicuramente – sottolineano
dalla Uil e della Uiltrasporti di
Taranto – consentirà il raggiungimento
di livelli di traffico tali da
poter soddisfare il bacino dei lavoratori
ex Tct attualmente in carico
alla Tpwa e per i quali si auspica la
totale ricollocazione».

A Sergio Prete, presidente dall’Autorità
di Sistema Portuale Mar
Ionio, Giancarlo Turi e Carmelo
Sasso ribadiscono «stima e fiducia
profonde per l’operato svolto – anche
in tempi critici e complessi,
quali quelli vissuti dal Porto di
Taranto – ma ora ad Egli attestano
il merito grande, per serietà correttezza
e visione di prospettiva,
nel perseguire questo significativo
risultato per il territorio jonico
e per il pubblico interesse. Ai
lavoratori, che da anni attendevano
un segnale positivo, e alle loro
famiglie – che dal 2012 vivono il
disagio degli ammortizzatori sociali
rivolgiamo il nostro grande
ringraziamento per aver creduto
nelle idee e nelle proposte di Uil e
Uiltrasporti e che, assieme, hanno
portato qui, ora».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche