Cronaca

​Arcelor rilancia: Vogliamo l’Ilva​

«Siamo pronti da mesi»


Dopo il parere espresso
dall’Anac sulla gara per l’acquisizione
dell’Ilva di Taranto ed il successivo intervento
del ministro Di Maio, Arcelor
Mittal rilancia.

Ecco la nota diffusa
dal gruppo aggiudicatario dell’Ilva:
«Arcelor Mittal in questi quattro anni,
ha partecipato con correttezza, impegno
e dedizione alla gara d’appalto per
Ilva, gestita dai suoi commissari sotto
la supervisione del Governo Italiano.
All’interno di questo processo, la nostra
azienda ha ottemperato in maniera
chiara e trasparente a tutti i passaggi
necessari, come richiesto dalle leggi
italiana ed europea, per firmare il contratto
vincolante per l’acquisizione di
Ilva.
In cinque anni investiremo almeno 4,2
miliardi euro nell’Ilva, di cui oltre 1,15
miliardi di euro per migliorarne l’impatto
e le emissioni ambientali. Il contratto
include anche impegni su livelli
e condizioni di impiego».

«Da quando, a giugno 2017, abbiamo
firmato il contratto per l’affitto e l’acquisto
di Ilva, e nonostante il tempo
che è stato necessario per chiudere la
transazione, abbiamo dimostrato la volontà
di accelerare i nostri investimenti
ambientali e industriali per rilanciare
gli stabilimenti di Ilva il più rapidamente
possibile».
«Nei recenti incontri con il nuovo
Vice Primo Ministro e Ministro per
lo Sviluppo Economico e il Lavoro,
On. Luigi Di Maio, abbiamo discusso
su quali ulteriori impegni potrebbero
essere presi. Abbiamo quindi lavorato
per incrementare il piano ambientale
e quello occupazionale, che migliorerà
gli impegni originari e rafforzerà le
prestazioni ambientali di Ilva e il suo
sostegno alle comunità locali. Presenteremo
al Ministero la nostra proposta
migliorativa nei prossimi giorni».

«Una volta raggiunto un accordo sulla
base di tale progetto, siamo fiduciosi
che tutte le parti, compresi i sindacati,
ne rimarranno soddisfatte e saranno
pronte a concludere in tempi rapidi
l’accordo. Le robuste risorse finanziarie
di ArcelorMittal assicurano che la
nostra offerta per Ilva sarà costruita
su solide fondamenta. La nostra solida
capacità finanziaria, unita alla nostra
competenza tecnica e ambientale che
non teme confronti nel settore, fanno
di ArcelorMittal il miglior garante
delle future sorti di Ilva, che ha sofferto
per troppo tempo di una profonda
mancanza di investimenti».
«C’è molto lavoro da fare per riassestare
Ilva ed effettuarne il rilancio e
per ricostruire un business italiano di
cui il Paese possa essere orgoglioso.
Siamo entusiasti e motivati da questa
prospettiva e i nostri team sono pronti
da mesi ad iniziare a lavorare. Ribadiamo
il nostro impegno verso Ilva e
il rispetto degli impegni che abbiamo
preso».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche