29 Novembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 28 Novembre 2020 alle 16:10:37

Cronaca

​Pedalò e moto d’acqua abusivi, sequestri e denunce​

Carabinieri e Capitaneria sulle spiagge della litoranea


Controlli alle strutture
balneari abusive a San Pietro
in Bevagna e Specchiarica: tre le
persone denunciate.
I carabinieri del Nucleo operativo
e radiomobile della Compagnia di
Manduria e della locale Stazione,
coadiuvati dai militari della Capitaneria
di Porto di Taranto, hanno
eseguito, nelle località turistiche di
San Pietro in Bevagna e Specchiarica,
nel territorio di Manduria, un
servizio di controllo del territorio
finalizzato all’accertamento dei
titoli autorizzativi necessari per
la gestione degli stabilimenti balneari.

Nell’ambito del servizio che è stato
disposto dal comando provinciale
di viale Virgilio durante le verifiche
effettuate in tre strutture
diverse, militari dell’Arma e della
Guardia costiera hanno accertato
l’occupazione abusiva di alcune
aree demaniali marittime che
venivano destinate ad attività di
noleggio abusivo di pedalò e di
acquascooter e all’impianto di un
chiosco utilizzato per la somministrazione
di alimenti e bevande.
Al termine dell’attività sono stati
posti sotto sequestro undici pedalò,
due acquascooter e una struttura in
legno adibita a chiosco.
I gestori, due fratelli di cinquantotto
e cinquantatrè anni residenti
a Oria e una quarantanovenne di
Manduria sono stati segnalati alla
Procura presso il Tribunale di Taranto
per occupazione abusiva di
una porzione di pubblico demanio marittimo in assenza della prevista
concessione demaniale.

I controlli dei carabinieri della
Compagnia di Manduria e dei
militari della Capitaneria di porto
proseguiranno anche nei prossimi
giorni lungo tutto il litorale
jonico-salentino. Potrebbero scattare
anche in località turistiche del
versante occidentale della provincia
jonica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche