Cronaca

Droga in auto: presi due incensurati

Sequestrati 3 etti di hashish


Non rispettano l’alt imposto
dai carabinieri e si disfano di tre panetti
di hashish. Due incensurati sono finiti
agli arresti domiciliari per detenzione ai
fini di spaccio di sostanza stupefacente. Si
tratta del tarantino di ventidue anni, A.C.
e del potentino di venticinque G.T.

I due
giovani sono tornati in libertà su ordine
del gip che ha accolto la richiesta presentata
dall’avvocato Maria Letizia Serra. Il
giudice ha revocato gli arresti domiciliari
ma ha disposto l’obbligo di dimora.
Sono stati i militari dell’Aliquota radiomobile
della Compagnia di Massafra a
cogliere in flagrante il 22enne di Taranto
e il 25enne di Potenza.
Nel corso di un servizio perlustrativo, finalizzato
alla prevenzione ed alla repressione
dei reati in genere mentre transitavano
lungo la statale 106 jonica hanno notato
un’autovettura sospetta con a bordo i due
giovani che nonostante l’alt ha proseguito la marcia.

Il breve inseguimento, che si è protratto
per alcune centinaia di metri, ha consentito
ai due giovani di disfarsi di alcuni
involucri che hanno lanciato dal finestrino
dell’autovettura in corsa.
Il gesto non è sfuggito però all’occhio attento
dei carabinieri i quali hanno subito
bloccato la vettura e recuperato gli involucri
con all’interno tre panetti di hashish
del peso di circa 300 grammi.
Entrambi i giovani, accompagnati in
caserma, al termine delle formalità di
rito sono stati dichiarati in arresto e, su
disposizione del pm di turno presso la
Procura del capoluogo jonico, sono stati
posti ai “domiciliari”. Nelle ultime ore
, come detto, sono tornati in libertà. La
sostanza stupefacente, sottoposta a sequestro,
sarà analizzata dal LASS del Reparto
operativo del comando provinciale di viale
Virgilio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche