28 Novembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 28 Novembre 2021 alle 18:20:00

Cronaca

L’ultima vittima dei ladri: “Vi racconto il mio dramma”


TARANTO – Tre furti nel fine settimana nel centro storico di Talsano. Due abitazioni e una palestra finite, presumibilmente, nel mirino della stessa banda di ladri. L’ultima incursione nel tardo pomeriggio di lunedì. Siamo riusciti a intervistare il proprietario del secondo appartamento finito nel mirino dei ladri. Ernesto in un primo momento era restio a parlare ma Taranto BuonaSera gli ha garantito l’anonimato e allora ha risposto alle domande. Signor Ernesto, cos’è accaduto lunedì sera. E’ tornato a casa e… “Sono rientrato a casa e ho trovato tutte le stanze rovistate. Ho capito subito che l’appartamento era stato “visitato” dai ladri. Sono uscito dopo le 18 e sono stato fuori meno di due ore. E’ incredibile. Ora rubano anche in orari in cui in casa possono esserci i proprietari. Probabilmente i ladri utilizzano un basista e un palo. Il primo magari ha informazioni sulla casa da depredare, mentre, l’altro, segue come un ombra tutti i movimenti della famiglia che vi abita. Schema classico. Purtroppo lunedì è toccato alla mia famiglia”.

Come sono entrati in casa? “Prima hanno scavalcato il cancello d’ingresso, poi hanno forzato una finestra che dà sul salone. Per loro è stato un gioco da ragazzi. Hanno avuto molto tempo a disposizione. Hanno rovistato dappertutto e vi lascio immaginare come ho trovato la casa. Hanno portato via un televisore e l’oro di famiglia. Bracciali del bimbo e un orologio che era il ricordo del matrimonio. Cercavano i soldi ma non li hanno trovati. Un lunedì nero per noi. Un disastro. Non avevamo mai subito un furto in casa e dopo la “visita ” dei ladri che, a quanto pare, a Talsano stanno facendo gli straordinari io e la mia famiglia possiamo raccontare cosa si prova”. Cosa si prova? “Una sensazione che secondo me si può raccontare solo se si vive quel tipo di esperienza. Innanzittutto rabbia per quello che ti è stato fatto. Altre persone hanno “violato”la mia casa, ficcando il naso nelle mie cose più care. Hanno toccato i miei vestiti, i ricordi di famiglia e tutto ciò provoca solo indignazione. Hanno messo a soqquadro il mio appartamento solo per portar via un televisore. E quello che è insopportabile è che i ladri si siano impossessati dell’oro di famiglia che ha un valore affettivo e rappresenta in miei ricordi, la mia storia” Cosa chiede ora alle istituzioni? “Sarei felice se tornassi in possesso dell’oro di famiglia e nel contempo lancio un appello alle forze dell’ordine affinchè assicurino alla giustizia la banda che da troppo tempo sta prendendo di mira le abitazioni di Talsano. Lunedì sera sono intervenuti i poliziotti della squadra Volante. Hanno eseguito un sopralluogo. Sempre nel fine settimana i ladri hanno messo a segno un furto anche in una casa che è situata in un zona che noi è molto distante dalla mia abitazione. Hanno rubato oggetti preziosi e soldi. Hanno messo a segno anche un furto in una palestra. Mi hanno detto che nella borgata, e precisamente in contrada Lecutrane, una famiglia ha subìto tre furti in pochi mesi. L’ultimo nelle settimane scorse. Pare che i ladri siano pronti a portare via oggetti che non hanno molto valore. Addirittura rubano anche le bomboniere della Thun. Forse è colpa della crisi economica ma loro sono disposti anche a rubare i soprammobili pur di racimolare qualche spicciolo. Vedo girare per la borgata le pattuglie delle forze dell’ordine ma forse sarebbe il caso di intensificare i controlli, magari utilizzando un altro equipaggio della polizia o dei carabinieri. La banda i ladri che sta spadroneggiando nelle vie del quartiere deve essere bloccata a tutti i costi”.

Giovanni Nicolardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche