28 Novembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 28 Novembre 2021 alle 08:11:24

Cronaca

​Un quartiere della creatività in Città Vecchia​

​Da oggi, lunedì 10 settembre, la seconda edizione. Focus sul centro storico​


Al via lunedì 10 settembre, in
Città Vecchia a Taranto, la seconda edizione
della Mas Week, evento ideato nel 2016
da Giuseppe Fanelli, Francesco Lasigna,
Carmine Chiarelli e Gemma Lanzo che ne
è anche la curatrice.

Il claim di questa edizione
è “Creativity is the future”. L’evento
è organizzato dalla società di architettura
e ingegneria Mas – Modern Apulian Style,
dall’Ordine degli Architetti della provincia
di Taranto e dal Distretto Produttivo ‘Puglia
Creativa’ con il patrocinio e il sostegno
del Comune di Taranto. Diverse le location
che ospiteranno i numerosi eventi, tra queste:
Palazzo Pantaleo, Molo Sant’Eligio,
Galleria Comunale Castello Aragonese,
Palazzo Galeota, Ipogeo Passo di Ronda.
La Mas Week non sarà solo un momento
di fruizione culturale ma un’occasione di
riflessione su come concretamente l’etica,
l’estetica e la creatività possano essere la
chiave di volta in tutti i settori produttivi.
Il cuore della Mas Week sarà il Workshop
dal titolo “Creative District for Old
Town”, cinque gli studi di architettura che
lo terranno: Alterstudio Partners (Milano),
Arcò – Architettura e Cooperazione
(Milano), Gianluca Peluffo & Partners
(Savona), Small (Bari) e Stefano Boeri
Architetti (Milano) con il coordinamento
scientifico di Alessio Battistella.

Il progetto
del Workshop punta alla creazione di un
Quartiere della Creatività di Taranto per
agire concretamente sulla riqualificazione
della Città Vecchia. L’obiettivo è di creare
l’hardware necessario a una nuova visione
di sviluppo urbano dove le forze creative
del territorio messe a sistema possano dare
vita ad un innovativo progetto culturale.
Il risultato finale sarà un masterplan i cui
specifici temi emergeranno dalle visioni
prodotte dai singoli gruppi di progetto.
Oltre al Workshop durante la settimana
si svolgeranno eventi gratuiti ed aperti al
pubblico dedicati all’architettura, al design,
all’innovazione, allo sviluppo economico
ed anche alla musica, al cinema, al teatro
e all’arte.

La Mas Week sarà inaugurata
lunedì 10 settembre alle ore 18.30 presso
Palazzo Pantaleo con il talk dal titolo
“Creatività tra innovazione e territorio”.
Gli incontri successivi si avvicenderanno
sui temi della creatività, della rigenerazione
urbana ma anche sui sistemi innovativi e creativi di fare impresa e vedranno la
partecipazione di vari attori locali quali
istituzioni, associazioni, centri di ricerca,
università e imprese. Oltre agli incontri a
cura di Mas le altre tavole rotonde saranno
tenute dall’Ordine degli Architetti P.P.C.
della Provincia di Taranto, da Ance Taranto,
dall’Autorità di Sistema Portuale del
Mar Ionio – Porto di Taranto e da Formedil
Cpt Taranto. Quattro le lezioni pubbliche
dei tutor del Workshop: “Il processo creativo
nei progetti low tech” (Arcò – Architettura
e Cooperazione); “The Living &
the City: variations on the theme of urban
biodiversity” (Stefano Boeri Architetti); “I
luoghi della cultura” (Alterstudio Partners);
“Architetture eretiche” (Gianluca Peluffo
& Partners).

Uno spazio sarà dedicato
anche alla presentazione del libro di Leonardo
Caffo e Azzurra Muzzonigro dal
titolo “Costruire futuri. Migrazioni, città,
immaginazioni” (Bompiani), alla quale
parteciperanno Azzurra Muzzonigro ed il
teorico e critico del design Marco Petroni.
Due i film in programma per indagare il
rapporto tra cinema e architettura: “Il cielo
sopra Berlino” (1987) di Wim Wenders e
“Le mani sulla città” (1963) di Francesco
Rosi introdotti dai critici cinematografici
del Sncci (Sindacato Nazionale Critici
Cinematografici Italiani) Gemma Lanzo
e Anton Giulio Mancino e dagli architetti
Alessio Battistella e Gianluca Peluffo. Le
serate dedicate al cinema saranno accompagnate
da una degustazione enogastronomica
a cura della Sezione Alimentari,
Turismo e Cultura di Confindustria Taranto
ed una degustazione di vini a cura dello
sponsor Produttori di Manduria.

Un momento
sarà riservato anche al teatro, grazie
alla collaborazione con il Crest, attraverso
la performance di Giovanni Guarino “I
violini del Barone Pantaleo”. In primo
piano anche l’arte contemporanea con le
mostre a cura di Green Routes, progetto
finanziato dalla Fondazione con il Sud:
“Taranto. Dissonanze urbane” di Giuseppe
Vultaggio, “Paesaggio indeciso” e “Cielo
Sotterraneo” di Guendalina Salini, “Radicati”
di Alice Padovani, “We are Taranto”
e “Mandami una cartolina da Taranto” di
Valenzia Lafratta a cura di Maria Francesca
Guida e Lilia Carucci. Ci sarà inoltre
una mostra di architettura curata da Ciro
Masella, dal titolo “Architecture and design
for the creation of a Creative District for
the Old Town of Taranto” con gli interventi
di Milano Makers, Carolina Magazzino,
Vito Leone, Carmine Fanigliulo, mentre al
design sono dedicate le esposizioni di Luca
Lacetera “L’incoscienza della pietra” e dei
ceramisti Rotella e Marco Rocco Designer
queste ultime due a cura dell’Assessorato
alla Cultura del Comune di Grottaglie.

La Mas Week sarà inoltre un’occasione
per visitare il Museo Etnografico Alfredo
Majorano presso Palazzo Pantaleo, mentre
Palazzo Galeota sarà messo a disposizione
per le live session musicali a cura dell’Accademia
dei Due Mari.
Di rilevante importanza l’installazione
“Terzo Paradiso” di Michelangelo Pistoletto,
per la prima volta a Taranto, a cura
di Green Routes con il sostegno di Fondazione
con il Sud, il contributo di Ance
Taranto, Cassa Edile Taranto, Formedil
Cpt Taranto, Sistema Edilizia Taranto e la
collaborazione di Mas nel Castello Aragonese,
grazie al supporto della Marina
di Taranto. L’installazione è frutto di un
lavoro di coinvolgimento della comunità
tarantina ed è stata inaugurata lo scorso
6 settembre ad opera del collettivo Las
(Land Art Salento) partecipante al Progetto
Rebirth/Terzo Paradiso di Cittadellarte –
Fondazione Pistoletto onlus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche