Cronaca

​C’è il censimento, via alle rilevazioni​

Da oggi le operazioni in città ed in diversi comuni tarantini


Tutto pronto per il 16°
censimento della popolazione e delle
abitazioni. Iniziano oggi, lunedì
8 ottobre, le operazioni del nuovo
censimento permanente.
Si passa, dopo 150 anni di censimenti
tradizionali, ad un nuovo
strumento ed una nuova metodologia,
passando dalla rilevazione universale,
ad una rilevazione campionaria,
dove i comuni assumono un
ruolo cruciale.

Sono ben 2.852 comuni italiani che
partono con il nuovo censimento, ed
avviano le operazioni connesse al
nuovo censimento della popolazione,
lasciandosi alle spalle 150 anni
di censimento tradizionale, universale
e decennale.
Nella provincia jonica insieme a Taranto
iniziano il censimento: Avetrana,
Castellaneta, Ginosa, Grottaglie,
Manduria, Martina Franca,
Massafra, Montemesola, Monteparano,
Mottola, Palagianello, Pulsano,
San Giorgio Jonico e Sava.
Il censimento permanente sarà modulato
su due rilevazioni, una cosiddetta
“areale” cioè di territorio, ed
una da “lista”.
Si parte oggi, con l’areale (A), prima
sugli edifici, che su Taranto sono un
campione di circa 300 indirizzi, distribuiti
su tutta la città, a seguire,
dal 13 ottobre, negli edifici classificati
come “abitati” i rilevatori cominceranno
ad intervistare tutte le
unità familiari presenti.
I rilevatori, in prima fase, a Taranto
sono 22, quasi tutti giovani e formati
appropriatamente con corsi Istat
e Ufficio Comunale di Censimento
(Ucc), dotati di strumentazione
informatica di avanguardia, per la
compilazione, non più cartacea,
ma di un questionario elettronico.

I rilevatori hanno già iniziato, negli
edifici interessati, a comunicare,
con materiale informativo dell’Istat,
le operazioni in avvio. Quasi tutta la città è interessata dal campione,
come è possibile notare dalle mappe
pubblicate in questa stessa pagina.
Poi, c’è la rilevazione da lista (L),
con un campione di circa 2.500
famiglie, sempre divise su tutto il
territorio. In questo caso, le famiglie
interessate hanno ricevuto, in
questi giorni una lettera dall’Istat,
che comunica l’avvenuta estrazione
nel campione censuario, e consente,
tramite dei codici indicati, di poter
auto-compilare il questionario,
direttamente sul sito dedicato alla
raccolta dei dati Sistema di Gestione
Istat (Sgi).
Per non recare troppo “fastidio statistico”,
l’Istat ha previsto, dall’8 novembre
l’invio sul campo di rilevatori
che effettueranno le interviste e
l’avvio dei dati al sistema Sgi, per
chi non auto compila.

Quindi, tranquillamente, chi ha ricevuto
la lettera, se non vuole inviare
direttamente i dati può attendere
il rilevatore, oppure recarsi all’Ufficio
Comunale di Censimento, che
ha sede in via Salina Piccola n. 2,
1° piano.
Tutte le operazioni di rilevazione
sono vincolate dal segreto statistico.
L’adesione alla rilevazione censuaria
è un obbligo ed il che il rifiuto
prevede l’avvio di un procedimento
sanzionatorio ai sensi dell’art. 11 del
D.Lgv n. 322/89.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche