Cronaca

​Armato di due coltelli minaccia i vicini di casa​

Un quarantottenne denunciato dalla Polizia


Ha inveito prima contro i suoi
vicini e poi verso i poliziotti intervenuti sul
posto per placare gli animi.

Nel pomeriggio
di venerdì, intorno alle 14, gli agenti della
Squadra Volante sono piombati in uno stabile
di viale della Repubblica dove era stato
segnalato un uomo armato con due coltelli
e in evidente stato d’agitazione che stava
minacciando i suoi vicini di casa con i quali
era in continuo dissidio. Giunti sul posto i
poliziotti hanno immediatamente individuato
l’uomo.

Era ancora molto nervoso ma
non aveva coltelli. Si è mostrato insofferente
alla presenza dei poliziotti, rifiutandosi
di fornire i documenti d’identità e strattonando
gli agenti con l’intento di sottrarsi
al controllo. Solo la successiva presenza di
altri due equipaggi della Volante ha creato
le condizioni per poter fermare il 48enne e
identificarlo. La perquisizione domiciliare
ha consentito di rinvenire i due coltelli: il
primo era su un tavolo, l’altro poggiato su
una poltroncina d’ingresso dell’abitazione
dell’uomo. Il 48enne è stato denunciato in
stato di libertà per minaccia aggravata e
resistenza a pubblico ufficiale. Invece nei
giorni scorsi, su indicazione della centrale
operativa, la Volante del Commissariato
di Martina Franca è intervenuta presso il pronto soccorso del locale nosocomio per
la presenza di un paziente che stava arrecando
disturbo.

L’uomo, identificato per
un cittadino colombiano 39enne, residente
a Martina Franca, ha esibito la fotocopia del
passaporto ha dichiarato che aveva lasciato
quello originale presso la sua abitazione
a Roma e che non aveva al seguito altri documenti. Dagli accertamenti è emerso
che il giovane non era titolare di permesso
di soggiorno per stranieri e che a marzo
scorso aveva fatto richiesta di protezione
internazionale. E’ stato denunciato per
violazione dell’obbligo di esibire un documento
attestante la regolare presenza
sul territorio nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche