22 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Giugno 2021 alle 16:09:36

Cronaca

​Mittal cede i suoi impianti per prendere l’Ilva di Taranto​

Annunciate oggi le offerte di Liberty House, stop a Lussemburgo e Belgio


ArcelorMittal ha comunicato
oggi, 2 novembre, di aver ricevuto
una offerta vincolante dal Gruppo Liberty
House per l’acquisizione di ArcelorMittal
Dudelange (Lussemburgo) e della linea
di finissaggio di ArcelorMittal Belgio: le
linee di zincatura a caldo 4 e 5 a Flemmalle;
di decappaggio a caldo, laminazione a
freddo e di imballaggi in latta a Tilleur.

Gli asset fanno parte delle misure che
l’Azienda ha concordato con la Commissione
Europea in seguito all’acquisizione
dell’Ilva. Il closing è subordinato al perfezionamento
dell’acquisto di Ilva, all’approvazione
societaria, all’autorizzazione della
EU e alle consultazioni con i sindacati
locali e con l’European Work Council.
Mittal ha quindi ricevuto un’offerta relativa
all’intero pacchetto che doveva essere
ceduto nel rispetto degli impegni con
l’Unione Europea. Accettando l’offerta
vincolante di Liberty House l’Azienda è
andata incontro alle preferenze della UE
di identificare un unico acquirente per tutti
i siti da cedere che sono ArcelorMittal
Ostrava (Repubblica Ceca), ArcelorMittal
Galati (Romania), ArcelorMittal Skopje
(Macedonia), ArcelorMittal Piombino
(Italy) -come annunciato il 12 ottobre- più
ArcelorMittal Dudelange (Lussemburgo) e
le linee di finissaggio menzionate in precedenza di ArcelorMIttal Liegi (Belgio).

“I nostri piani aziendali ambientali,
industriali e commerciali illustrano in
dettaglio come effettueremo il turnaround
di Ilva” ha dichiarato Aditya Mittal, presidente
e cfo del gruppo, ceo di ArcelorMittal
Europe. “Il caposaldo dei nostri
impegni di investimento è rappresentato
dal programma di investimenti ambientali,
che ammontano a 1,15 miliardi di euro.
I lavori sono già iniziati e, nel tempo, sono
sicuro che riusciremo a realizzare la nostra
visione di trasformare Ilva non solo in uno
dei produttori di acciaio leader in Europa
ma anche in uno dei più responsabili – ha
concluso – Data la storia di Ilva, sarà anche
fondamentale ricostruire la fiducia con gli
stakeholder locali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche