Cronaca

​Sequestrato il depuratore di un caseificio​

In azione i Carabinieri Forestali


Sequestrato il
depuratore di un caseificio.
I Carabinieri Forestali di Martina Franca,
insieme ai loro coleghi del Nucleo
investigativo di Polizia ambientale
agroalimentare e forestale di Taranto,
hanno eseguito un decreto di sequestro
preventivo, su delega del Tribunale di
Taranto, di un depuratore aziendale privo
di autorizzazione unica ambientale.

Il
provvedimento è stato emesso a seguito
di indagini avviate nei mesi scorsi dagli
stessi reparti e scaturite da un controllo
eseguito presso un caseificio situato alla
periferia di Martina Franca. I militari
hanno accertato che lo stabilimento, a
partire dall’anno 2013, avrebbe adoperato
un depuratore aziendale con autorizzazione
scaduta, effettuando uno scarico
illecito continuato di acque reflue industriali,
stimato in circa 4.000.000 di litri.
L’amministratore unico della società è
indagato per il reato di cui all’art. 137
co. 1 del D.Lgs. 152/06 (Testo Unico
– Norme in materia ambientale) che
prevede l’arresto da due mesi a due anni
o dell’ammenda da 1.500 a 10.000 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche