Cronaca

​Cimitero di Talsano, il progetto arriva in Consiglio ​comunale

Vietri di Forza Italia contrario: Business sicuro... per il privato


Approderà in Consiglio
comunale lunedì prossimo, 15
ottobre, il progetto che prevede il
completamento e la relativa gestione
del cimitero di Talsano.

«Si tratta di
un intervento atteso dalla cittadinanza
– spiega Giampaolo Vietri, capogruppo
di Forza Italia in Consiglio
comunale – che riguarderà la riqualificazione
e l’ampliamento dell’intera
area cimiteriale che raddoppierà la
sua estensione e capienza. E fin qui
tutto bene. La proposta deliberativa,
però, prevede anche che l’intera opera,
per un importo di 15 milioni di
euro compresi i costi per l’esproprio
dei terreni confinanti, sia realizzata
da un privato che così otterrebbe la
gestione del cimitero per i prossimi
20 anni. Un investimento che rientrerebbe
di certo in breve tempo
al concessionario dalla gestione di
loculi, tumuli, cappelle gentilizie,
edicole funerarie e tombe sociali;
un business sicuro che sarà pagato
dai cittadini. In un momento di crisi,
quando chiunque si preoccupa persino
di comprarsi un posto al cimitero
per non lasciare ai figli spese da
pagare, e dunque per abbandonare la
vita terrena senza lasciare problemi
da risolvere, si adotta un provvedimento
che prospetta a privati una
possibilità d’impresa e di lucro sui
lutti – evidenzia Vietri.

La politica
deve individuare, invece, una forma
di gestione che tuteli i cittadini, non
esponendoli a costi maggiori di sepoltura
per garantire guadagno a un
privato. A Taranto si è tanto discusso
sulle concessioni cimiteriali ma
si continua a proporre la medesima
soluzione nonostante sono anni che
le società di mutuo soccorso senza
fini di lucro, che garantiscono di
contenere di gran lunga tutte le spese
funerarie, chiedono al Comune terreni
per realizzare manufatti sociali. In
assenza di risposte le stesse società
hanno chiuso le affiliazioni e ai cittadini
che ne potrebbero beneficiare
gli si vuole offrire oggi, invece, la
possibilità di andare ad acquistare i
posti da un concessionario. Pertanto,
chiederò al Consiglio comunale e al
sindaco di bloccare il provvedimento
e di convocare le società di mutuo
soccorso; basterebbe concedere loro
la possibilità di realizzare le cappelle
sociali sui terreni che si intendono
espropriare a Talsano per risolvere
la carenza di posti.

Con i soldi che
il Comune incasserebbe dalle concessioni
dei terreni – conclude il
capogruppo di Forza Italia – si ripagherebbero
di gran lunga le spese di
esproprio. Su un tema così delicato
prevalga l’umanità e non il profitto».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche