Cronaca

Elezioni alla ​Provincia, nel Pd c’è il nodo Lopane​

​L’assemblea provinciale del partito​


Il caso Lopane scuote il Pd.
Nel pomeriggio di mercoledì 10 ottobre
si è riunita l’assemblea provinciale del
partito per ratificare ufficialmente il percorso
seguito dal segretario provinciale
Giampiero Mancarelli sulla costruzione
di una alleanza di centrosinistra per
l’elezione del nuovo presidente della Provincia,
carica per la quale il Pd candida
il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci.

In quella stessa sede è stato inevitabilmente
affrontato il nodo del sindaco di Laterza
che invece ha aderito al cosiddetto patto
dei sindaci: una alleanza trasversale che
invece punta sulla candidatura del sindaco
di Castellaneta, Giovanni Gugliotti.
Gianfranco Lopane al nostro giornale ha
parlato di percorso «civico-istituzionale
che comprende altri sindaci di centrosinistra».
Per il segretario provinciale del Pd, lo
strappo di Lopane è qualcosa di più
grave: «Si tratta soprattutto di una scelta
delittuosa nei confronti di quanti in questi anni lo hanno sostenuto per una idea di
centrosinistra».

Non sembrano assenti in questo nuovo
strappo in casa del Pd gli strascichi del
congresso provinciale, dove Lopane era
candidato proprio in contrapposizione
a Mancarelli, prima di ritirarsi come
forma di protesta per le modalità di
svolgimento del congresso, a suo dire
non legittime.

Intanto, nel pomeriggio di martedì 9
ottobre a Martina Franca lo stesso segretario
Mancarelli ha tenuto un incontro
con i sindaci Melucci, Franco Ancona
(Martina Franca) e Francesco Andrioli
(Statte). All’incontro era presente anche
il consigliere regionale Donato Pentassuglia.

I tre sindaci hanno suggellato l’intesa per
portare all’elezione di Melucci.
Ricordiamo che le elezioni si terranno
mercoledì 31 ottobre: voteranno sindaci
e consiglieri comunali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche