Cronaca

​Caso di legionellosi, non ce l’ha fatta il cameriere​

​L’uomo è deceduto per insufficienza respiratoria​


Non ce l’ha fatta il cameriere di 45
anni che era in gravi condizioni perché colpito
dalla legionella.

L’uomo, che è deceduto per
insufficienza respiratoria, era ricoverato nell’ospedale
San Giuseppe Moscati dal 12 settembre
scorso. Il quarantacinquenne dopo due giorni
di febbre era stato soccorso dal personale del
118 per un episodio di insufficienza respiratoria
acuta con associata aritmia.Era stato ricoverato
in terapia intensiva prima all’ospedale Ss. Annunziata
e poi al San Giuseppe Moscati.“Gli
esami radiologici al torace hanno evidenziato
un quadro di polmonite bilaterale massiva e la
ricerca dell’antigene urinario della Legionella è
risultato positivo- avea scritto la Asl in una notaper
cui è stata impostata terapia specifica, previa
consulenza infettivologica. Appare evidente,
dunque, che lo stato patologico è precedente al
soccorso da parte dei sanitari e al ricovero nelle
strutture ospedaliere.

I sanitari continuano a monitorare
il decorso della patologia- proseguiva
il documento diffuso dalla Asl jonica- è stata
effettuata notifica di malattia infettiva al Dipartimento
di Prevenzione dell’Asl per gli opportuni
controlli. Il Dipartimento di Prevenzione ha
già effettuato tutti i controlli del caso presso il
ristorante in cui il paziente lavorava. Non è stato
indicato l’isolamento respiratorio in quanto non
è documentato il contagio interumano”. La malattia
del Legionario, più comunemente definita
legionellosi , che ha ucciso alcune persone nel
milanese e il cui batterio è sospettato di essere la
causa dei casi di polmonite che si sono registrati
nel bresciano, è un’infezione polmonare causata
dal batterio Legionella pneumophila. Il tasso di
mortalità può variare dal 40-80% nei pazienti
immunodepressi non trattati, dal 5-30% in caso
di un appropriato trattamento della patologia.
Complessivamente la letalità della legionellosi
si aggira tra il 5% e il 10%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche