12 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 12 Maggio 2021 alle 06:11:00

Cronaca

​Ecco 2,2 milioni di euro per riavviare il cantiere​ di Palazzo degli Uffici

L’annuncio del Comune


Con 2,2 milioni di euro,
l’amministrazione Melucci riavvia il cantiere
di Palazzo degli uffici.
«Dopo anni di difficoltà amministrative
e rinvii, l’assessorato ai Lavori Pubblici
ha avviato le procedure per l’affidamento
di importanti lavori di riqualificazione e
messa in sicurezza – spiegano dal Comune.
Il cantiere più importante del Borgo, quindi,
simbolo della rinascita urbanistica di Taranto,
riparte da questi interventi non più rinviabili,
a garanzia della sicurezza dei cittadini e
della conservazione dello storico immobile.

Una vicenda nata più di 14 anni fa, che si
era infranta sulla risoluzione del contratto
che legava la proprietà dell’immobile e
il concessionario inadempiente, ripartita
proprio grazie all’impulso fornito dal sindaco
Rinaldo Melucci e dall’assessorato ai Lavori
Pubblici, con l’acquisizione a giugno scorso
del progetto esecutivo relativo a questi lavori.
La rimozione di coperture in amianto e di
elementi ammalorati, il ripristino di solai, tetti e diverse altre strutture portanti sono i primi
interventi previsti. Senza visione, qualsiasi
avventura politica è un gioco da populisti –
ha dichiarato il primo cittadino – per questo
abbiamo rivisto gli atti e le procedure di questa
complessa vicenda con la perizia e la passione
necessarie».

«Palazzo degli Uffici – le parole dell’assessore
Massimiliano Motolese – è un simbolo.
Abbiamo lavorato sodo perché vederlo
rifiorire significa assistere alla rinascita
stessa della città. Oggi facciamo il primo,
importante passo dopo anni di attesa, ed è
significativo che ciò avvenga proprio durante
un periodo di grande esposizione per Taranto,
con il Palazzo degli Uffici trasformato in
set cinematografico. Il nostro impegno è
recuperarne l’originaria bellezza. Il prossimo
step sarà infatti la facciata, gli uffici tecnici
stanno predisponendo gli atti necessari per
la cantierizzazione delle di tutti i prospetti
esterni per un somma prevista di 5 milioni
di euro circa».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche