28 Novembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 28 Novembre 2021 alle 08:11:24

Cronaca

​La protesta dei commercianti, «Gesto da condannare»​

Le parole di Fabio De Bartolomeo, presidente Formedil Cpt Taranto


«L’increscioso episodio verificatosi in Città
Vecchia richiede una riflessione da parte di tutti, a cominciare
da chi ricopre funzioni e ruoli pubblici». Lo afferma Fabio De
Bartolomeo, presidente Formedil Cpt Taranto, in
riferimento alla protesta inscenata nei giorni scorsi da alcuni
commercianti di via Garibaldi.

«La comunità ionica negli
ultimi anni sta facendo il possibile
per rilanciare la propria immagine –
evidenzia De Bartolomeo – Bene ha
fatto l’Amministrazione comunale a
stigmatizzare questi fatti e a sollecitare
una presa di posizione da parte di chi,
a diverso titolo, opera per risollevare
le sorti economiche, sociali e culturali
della città di Taranto. È un appello che
condivido: è infatti il momento di fare
squadra valorizzando le eccellenze territoriali, a partire dal
nostro patrimonio storico e paesaggistico che, non a caso,
viene sempre più scelto come scenario da utilizzare per
reportage, film, eventi e iniziative di respiro internazionale.
È quindi nostro dovere mettere all’angolo tutti i tentativi
tesi a distruggere questo percorso di rinascita.

Al contempo,
dobbiamo rafforzare il senso di appartenenza ad una terra
ricca di storia e di cultura, di risorse e di opportunità. I
comportamenti violenti sono inaccettabili, sempre. La rabbia
non deve mai tradursi in gesti di inciviltà e sopraffazione
che danneggiano non solo chi lo compie ma anche, e forse
soprattutto, l’intera città. Mi auguro quindi che simili episodi
non si verifichino più e plaudo agli uomini delle forze
dell’ordine che, prontamente intervenuti, hanno ben presto
riportato la situazione alla normalità. Taranto vuole guardare
al futuro con ottimismo e voglia di crescere. Il disfattismo,
che tanti disastri ha provocato a Taranto, proviamo, tutti
insieme, a mettercelo definitivamente alle spalle».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche