28 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 28 Ottobre 2020 alle 19:53:45

Cronaca

Ferrante rimosso dalla carica di custode. Anche per i giudici, c’è conflitto di interessi


TARANTO – Il presidente dell’Ilva Bruno Ferrante non è più fra i custodi giudiziari degli impianti dell’area a caldo di Ilva sequestrati lo scorso 26 luglio. E’ stata depositata in tarda mattinata la sentenza, che è temporanea e vale fino a quando sul caso si pronuncerà la Cassazione. Lunedì mattina si era tenuta l’udienza sul ricorso proposto dalla procura per far sospendere l’esecutività dell’ordinanza del Riesame del 28 agosto che disponeva il reintegro di Ferrante tra i custodi giudiziari. Il ricorso è stato accolto dal collegio di giudici (Petrangelo, Orazio, Detommasi) del tribunale di Taranto in qualità di giudice d’esecuzione, che ha annullato le disposizioni del tribunale del Riesame del 28 agosto (presieduto dal giudice Pietro Genoviva) e ristabilito quanto disposto dal gip Patrizia Todisco con due ordinanze del 10 ed 11 agosto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche