21 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Giugno 2021 alle 07:06:02

Cronaca

Scoperta una pizzeria “fantasma”: abusivo anche l’allaccio alla rete elettrica

Trovate anche slot machine non regolamentari e munizioni da caccia


Nei giorni scorsi, personale del Commissariato Borgo e dei Falchi della Squadra Mobile, in collaborazione con il Reparto Mobile di Taranto ed operatori Enel, hanno effettuato diversi controlli nel Quartiere Paolo VI.

In una palazzina sita in viale 2 Giugno, i tecnici Enel hanno riscontrato gravissime anomalie poiché i contatori segnalavano un sovraccarico di potenza/rischio distacco. Si sono infatti accertati 6 allacci abusivi diretti alla rete elettrica mediante una manomissione del contatore, distaccato dalla parete ed allacciato direttamente alla rete pubblica.

L’ammontare del danno è stato stimato in circa 60.000 euro e sono state denunciate in stato di libertà 6 persone.

Il controllo è proseguito presso un bar/pizzeria “fantasma”, del tutto sconosciuto alle autorità e privo di qualsivoglia titolo autorizzativo. Il personale della Squadra Amministrativa della P.A.S., accertato che l’attività era svolta abusivamente, ha irrogato la sanzione amministrativa di 5.000 euro.

Inoltre, all’interno di una saletta interna del locale, è stata riscontratala presenza di 15 slot machine non collegati alla rete dei Monopoli di Stato, che sono state debitamente sottoposte a sequestro amministrativo con l’applicazione della sanzione amministrativa pari a 18.500 euro.

Durante la perquisizione, nello scantinato adibito a deposito sono state trovate 17 munizioni da caccia, sottoposte a sequestro.

Il locale era inoltre privo di contattore e solo dopo molte ore e solo attraverso la demolizione di parte del muro, i tecnici Enel hanno individuato l’allaccio abusivo diretto alla rete elettrica. Atteso che il locale fungeva anche da pizzeria, con la presenza di forni, frigoriferi, attrezzature varie e le 15 slot machine, il danno stimato ammonta a circa 200.000 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche