Cronaca

​Traffico di rifiuti, sequestri al porto​

​Operazione della Guardia Costiera: nei guai una società che stoccava rottame di ferro proveniente dalla Calabria​


Traffico di rifiuti: scatta un maxi-sequestro al porto.
I militari della Guardia Costiera hanno proceduto
al sequestro di un’area portuale di
circa 2.000 metri quadrati, data in concessione
dall’Autorità di Sistema portuale del Mar Ionio
ad una società che ha sede legale a Roma
e che opera nel settore della commercializzazione
di ferro in Italia ed all’estero.

Tutti i particolari nell’edizione di oggi di Taranto Buonasera in distribuzione a partire dalle 16.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche