Cronaca

​Così la plastica distrugge clima e salute​

Il convegno in programma martedì 27 novembre che coinvolgerà anche gli esperti dell’Ispra​


«La plastica rappresenta
più dell’80% dei rifiuti trovati
in mare e sulle spiagge. Plastica che
ritroviamo sulle tavole a minacciare
la nostra salute. Abbandonata,
rilascia etilene e metano contribuendo
a far innalzare la temperatura
del pianeta. Non c’è più tempo
per compromessi temporanei che
insistono su un’economia lineare».

Così la presidente Maria Grazia
Serra annuncia il nuovo importante
evento organizzato dall’Isde e che
coinvolgerà anche l’Ispra.
«Vogliamo, attraverso questa rete
con università e istituzioni nazionali,
formare le nuove coscienze su
una bio economia che si preoccupa
di soluzioni concrete».
Il clima torna sotto la lente d’ingrandimento
dei Medici per l’Ambiente
che questa volta analizzeranno
il danno causato dalla
plastica, anche alla salute umana.
E’ in programma a Taranto domani,
martedì 27 novembre, il convegno
“La plastica avvelena il clima”.

Una nuova e interessante occasione
di confronto che metterà insieme
esperti affermati, studenti e associazioni.

Sede dell’importante evento informativo
sarà il Centro congressi
dell’Università Lumsa di Taranto,
in piazza Santa Rita.
I lavori si apriranno alle 8.30 con
l’introduzione della presidente Serra
e i saluti delle autorità, tra cui il
presidente dell’Ordine dei Medici
di Taranto, Cosimo Nume.
“Il clima come diritto umano” è il
tema della prima relazione, affidata
a Michele Carducci, ordinario di
Diritto costituzionale comparato
all’Università del Salento. Seguirà
Luciana Sinisi dell’Ispra (Istituto
Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) e poi la
vicepresidente di Isde Taranto
nonché pediatra, Maria Filomena
Valentino che si focalizzerà sulle
ripercussioni dell’inquinamento da
plastica sulla salute.

Non mancherà l’apporto degli studenti,
con la relazione dei ragazzi
del liceo scientifico “G. Battaglini”
e le esperienze vissute sul campo
(o più precisamente in mare)
dall’associazione Plasticaqquà con
il referente Giuseppe Internò.
Un report finale dei lavori, di
taglio giornalistico, verrà curato dagli studenti del liceo ginnasio
“Aristosseno” che nell’occasione
annunceranno anche un interessante
progetto che riguarderà i social
media.
A moderare gli interventi sarà la
referente legale di Isde Taranto,
l’avvocato Beatrice Maranò.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche