15 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Giugno 2021 alle 17:29:48

Cronaca

​Pronti due milioni di euro per l’aeroporto di Grottaglie​

​La Regione sblocca i fondi anche per l’apertura ai voli civili​


«Con un’apposita variazione
di bilancio appena approvata in
Giunta vengono sbloccati i 2 milioni
di euro previsti per migliorare la
fruibilità dell’aeroporto di Grottaglie,
aprendolo anche ai voli civili».

La
conferma arriva dall’assessore regionale
allo Sviluppo Economico, Mino
Borraccino, a margine del via libera
dell’esecutivo regionale alle risorse
destinate allo scalo jonico. «L’intervento,
denominato “Riassetto funzionale
dell’Aerostazione Passeggeri”,
come già indicato nella DGR n. 444
del 20 marzo 2018, è di manutenzione
straordinaria ed è finalizzato a realizzare
opere civili di adeguamento
sismico, isolamento termico e riqualificazione
degli impianti sanitari.c
Inoltre si interverrà sugli impianti
tecnologici e sugli impianti elettrici,
in modo da garantire l’efficientamento
energetico, con una riduzione fino al
75% dei consumi.

Quindi – evidenzia
Borraccino – questo intervento darà
ora la possibilità ad Aeroporti di Puglia
di poter finalmente partire con
l’iter per l’avvio dei lavori. I 2 milioni
di euro sono necessari a rendere
fruibile, secondo i moderni standard
di qualità, l’aeroporto di Grottaglie e
quindi renderlo anche interessante per
i vettori che riterranno di utilizzarlo
per i voli di linea passeggeri. Questo
provvedimento, da tempo richiesto e
previsto, acquisisce maggiore utilità
anche alla luce della Zona Economica
Speciale Interregionale Jonica
recentemente varata dalla Giunta
regionale e attualmente al vaglio del
Governo centrale. Non può sfuggire la
posizione strategica dell’aeroporto di Grottaglie, che è stata ritenuta degna
di interesse sia dalla Regione Puglia
che dalla Regione Basilicata. Colgo
l’occasione per ringraziare il presidente
Emiliano e l’assessore Giannini
per il lavoro determinante che hanno
svolto per giungere a questo risultato
oltre al mio predecessore Mazzarano
per aver, a marzo scorso, sbloccato
questi fondi».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche