Cronaca

Case popolari occupate, scatta il primo sgombero

Operazione al rione Tamburi. Presto altri interventi


“E’ partita a Taranto,
in attuazione degli indirizzi stabiliti
nella direttiva del gabinetto del ministro
dell’interno circa le occupazioni
arbitrarie degli immobili, l’attività
di sgombero degli alloggi occupati
abusivamente”.

È quanto si legge in
una nota dell’Arca Jonica, ex Iacp,
Istituto autonomo case popolari.
“Il Comitato provinciale per l’ordine
e la sicurezza pubblica, presideduto
dal Prefetto di Taranto, e per esso
la cabina di regia istituita presso la Questura di Taranto e diretta dal
Questore, ha individuato una serie di
alloggi di proprietà Arca Jonica (ex
Iacp Taranto), occupati abusivamente.
Lo sgombero, effettuato in data
28 novembre, ha visto il massiccio
e imponente intervento delle Forze
dell’Ordine che, guidati dai dirigenti
della Polizia di Stato, hanno liberato
il primo degli alloggi individuati, sito
al quartiere Tamburi di Taranto.

Tale programmazione è finalizzata
al ripristino della legalità, alla salvaguardia
dell’ordine pubblicoe alla
tutela dei cittadini inseriti legittimamente
nelle graduatorie approvate
dai Comuni”. Non sfugge che, per il
capoluogo ionico, questa è una notizia
davvero importante, e che ha del
clamoroso. Quella dell’occupazione
delle ‘case popolari’, ai danni spesso
di chi davvero avrebbe diritto ad un
alloggio, è infatti una piaga che va
avanti da tempo.
Nell’edizione speciale di domani,
sabato, di Taranto Buonasera, che
come ogni sabato sarà in distribuzione
e nelle edicole già dal mattino, una
nostra inchiesta sul tema, con notizie
ed approfondimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche