Cronaca

​L’ex sindaco di Castellaneta Rocco Loreto assolto in via definitiva​

​Si è conclusa dopo 17 anni la vicenda giudiziaria che nel giugno del 2001 è iniziata con l’arresto dell’ex senatore​


L’ex sindaco di Castellanea e senatore
della Repubblica, Rocco Loreto, assolto in via
definitiva dall’accusa di calunnia ai danni dell’ex
pm Matteo Di Giorgio e del costruttore Francesco
Maiorino. Nè, la Procura di Potenza, nè Di Giorgio
e Maiorino hanno impugnato l’assoluzione che ora è
divenuta definitiva.

Si è così conclusa dopo 17 anni la
vicenda giudiziaria che nel giugno del 2001 è iniziata
con l’arresto dell’ex senatore. Nel corso del processo,
Loreto, difeso dagli avvocati Donato e Lonardo Pace,
ha rinunciato alla prescrizione ottenendo l’assoluzione
perchè il fatto non costituisce reato. L’ordinanza
di custodia cautelare in carcere gli fu notificata nel
giugno del 2001. Quattro giorni prima Loreto aveva
terminato il suo mandato parlamentare. Nel 2000
aveva presentato un esposto al Ministro della Giustizia
e in seguito al Csm e alla Procura Generale
presso la Corte di Cassazione contro il pm Matteo
Di Giorgio, all’epoca dei fatti in servizio alla Procura
di Taranto. Gli atti furono inviati dal Ministero per
ragioni di competenza funzionale alla Procura di
Potenza.

L’autorità giudiziaria potentina, non reputando
inizialmente credibile quanto rappresentato da
Loreto, lo aveva incriminato per calunnia e violenza
privata, chiedendo ed ottenendo l’applicazione della
custodia cautelare misura restrittiva poi annullata
dal Tribunale del Riesame di Potenza per carenza
di gravità indiziaria. Ora l’ex sindaco di Castellanea
e senatore della Repubblica, Rocco Loreto è stato
assolto in via definitiva dall’accusa di calunnia ai
danni di Matteo Di Giorgio e Francesco Maiorino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche