18 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Aprile 2021 alle 12:17:53

Cronaca

Archita, Carrieri va in vacanza e rinvia a lunedì


TARANTO – La Provincia prende tempo, con Carrieri che annuncia : lunedì faremo chiarezza. Il Comune ribadisce: la competenza per le scuole superiori è della Provincia. In mezzo ci sono i ragazzi dell’Archita che ormai da giorni vanno denunciando la loro assurda condizione. Da una settimana convivono con la polvere e i rumori del cantiere per la ristrutturazione di Palazzo degli Uffici. Hanno cercato di incontrare l’assessore provinciale Massaro, dovendosi ‘accontentare’ di essere ascoltati dal vicepresidente, e di dialogare con il presidente Florido via cellulare. Ieri sono scesi in strada rivendicando almeno un’uscita di sicurezza degna di questo nome. Dopo la manifestazione, una delegazione di studenti è andata al Comune.

Sono riusciti ad incontrare il presidente del Consiglio Comunale, Piero Bitetti che, spiegano “ha dimostrato massima disponibilità nei nostri confronti, anche se ribadisce che la competenza delle scuole superiori appartiene alla Provincia, ma il Comune non si tira indietro”. I ragazzi stanno organizzando un incontro con sindaco, un rappresentante della provincia, ditta appaltatrice dei lavori, preside e docenti. Le aule da palazzo degli uffici vanno spostate durante i lavori, su questo non ci sono dubbi. Solo che non si capisce chi e quando deve fare il primo passo. “Gli studenti del liceo Archita hanno ragione di lamentarsi e protestare. Lunedì prossimo chiariremo come stanno effettivamente le cose e di chi sono le responsabilità degli indubbi disagi provocati dai lavori in corso”. Parla così il vicepresidente della Provincia, Costanzo Carrieri. “In questi ultimi giorni – dice il titolare anche della delega ai Lavori pubblici – abbiamo letto tantissime cose sulla vicenda Archita e proprio per questo ho deciso, d’intesa con il mio collega assessore alla Pubblica Istruzione Francesco Massaro, di convocare una riunione per fare chiarezza. I soggetti a vario titolo coinvolti sono diversi, come diverse sono, appunto, le responsabilità. Diremo perciò cosa è stato fatto e cosa andrebbe fatto nell’interesse degli studenti, dei docenti e del personale amministrativo dell’Archita. Peraltro, non siamo stati con le mani in mano perché già nei giorni scorsi abbiamo incontrato gli studenti. Come tutti sanno, dal 2006 la Provincia garantisce il sostegno finanziario all’ipotesi di ristrutturazione di Palazzo degli uffici con un investimento di 8 milioni e mezzo di euro. Considerate le ristrettezze di bilancio con cui nostro malgrado dobbiamo confrontarci, avremmo potuto scegliere diversamente spendendo questi soldi per altre finalità. Ma noi, come abbiamo sempre ribadito in ogni circostanza, crediamo nella scuola e dunque abbiamo scelto di mantenere fede agli impegni assunti. Una scelta di cui evidentemente siamo orgogliosi”. Destinatari della convocazione sono i rappresentanti degli studenti, il Comune, i referenti della ditta e l’Ufficio Scolastico provinciale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche