x

23 Maggio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 22 Maggio 2022 alle 22:57:00

Cronaca

​Pianeta infanzia, alla ricerca di progettualità​

Due giornate di studio con esperti di varie discipline


Due giornate di studio
con esperti provenienti da tutta
Italia: medici, psicologi, magistrati,
personalità del mondo della scuola,
militari, giornalisti ed altri.
Un parterre multidisciplinare per
affrontare le problematiche dell’infanzia
a 360 gradi.

“Il Pianeta Infanzia e le sue problematiche,
alla ricerca di una progettualità”
è il congresso voluto dal
pediatra Oronzo Forleo, direttore
della struttura complessa di neonatologia
del Santissima Annunziata.
«Il nostro obiettivo – spiega Forleo
a TarantoBuonasera – è quello di
elaborare una nuova progettualità
che guardi al bambino nel suo complesso
e non in bisogni frazionati. Per
questo, nel congresso, affronteremo
diverse tematiche che però hanno al
centro dell’interesse un solo attore:
il bambino. Il tentativo è quello di
uscire dalla parcellizzazione dei bisogni
del bambino e della famiglia».
Proprio Taranto è una città simbolo
delle difficoltà odierne dell’infanzia
e della famiglia.

«Questa – osserva il dottor Forleo –
negli anni ‘70 è stata una delle città
con il più alto pil in Italia. C’era
benessere e una buona qualità della
vita. Oggi Taranto è il prototipo
dell’Italia in difficoltà, è una città
afflitta da una profonda depressione
culturale, sociale ed economica. Per
queste ragioni ha bisogno di nuovi
strumenti di supporto e di un approccio
nuovo e globale alle problematiche
dell’infanzia e della famiglia.
Taranto potrebbe essere il volano di
un nuovo approccio, partendo dai disagi attuali che richiedono nuove
competenze per essere affrontati».

Le due giornate di studio saranno
articolate in diverse sezioni: venerdì
dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 20;
sabato dalle 9 alle 13. Tra i relatori:
Martina Bruscagnin, Presidente
Coordinamento Nazionale Associazione
“Vivere”; Ernesto Burgio,
Eceri European Cancer and Environment
Research Institute- Bruxelles;
Rosalinda Cassibba, Università
degli Studi di Bari; Giovanni Cuomo,
Policlinico di Modena; Mario
De Curtis, Università di Roma La
Sapienza; Eva Degl’Innocenti,
direttore museo Marta; Antonio
Del Vecchio, Ospedale Di Venere
·Bari; Vassilios Fanos, Università
di Cagliari; Lorella Giannì, Clinica
Mangiagalli Fondazione Irccs Ca’
Granda Ospedale Maggiore Milano;
Wilma Gilli, Gup Tribunale di
Taranto; Antonio Leo, Istituto Santa
Chiara di Roma; Daniela Lucangeli,
Università degli Studi di Padova; Silvestro
Micera, Scuola Universitaria
Superiore “S.Anna” Pisa e Politecnico
di Losanna; Fabio Mosca, Clinica
Mangiagalli Fondazione Irccs Ca’
Granda Ospedale Maggiore Milano;
Cosimo Nume, presidente Ordine
dei Medici di Taranto; don Antonio
Panico, direttore Lumsa Taranto;
Stefano Rossi, direttore generale Asl
Taranto; Bina Santella, presidente
Tribunale per i Minorenni di Taranto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche