13 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 13 Giugno 2021 alle 08:02:35

Cronaca

Lavoro, Taranto è ultima in Italia

La classifica delle province de Il Sole 24Ore


Fine anno, tempo di
bilanci. E di classifiche. Immancabile,
ed autorevole, quella sulla
qualità della vita nelle province
italiane pubblicata oggi, lunedì, da
Il Sole 24Ore.
Il report del quotidiano di Confindustria
incorona Milano, provincia
dove si vive meglio, e consegna un
quadro nero per il Mezzogiorno,
con Vibo Valentia, 107esima, ultima.

Male Taranto, terz’ultima nella
graduatoria generale: peggio che
nella provincia ionica si vive, per
Il Sole, solo in quella di Foggia e,
come detto, a Vibo.
A pesare come in macigno è una voce in particolare, “Affari e Lavoro”,
dove Taranto è miseramente
ultima.
La classifica non fotografa tanto
la mancanza di occupazione, ma
soprattutto la ‘qualità del lavoro’, e
per ciò che riguarda il nostro territorio
il giornale mette in evidenza
soprattutto l’elevato gap retributivo
che si registra tra uomini e donne,
pagate in media il 33% in meno.
Sempre in ambito economico, Taranto
è al 101esimo posto, ed ultima
in Puglia, in merito a “Ricchezza
e Consumi”.
Migliorano parzialmente le cose
se ci si focalizza su “Ambiente e
Servizi”: 95esimo posto su 107,
e “Demografia”: ottantasettesima
posizione. Va un gradino meglio
(86esimo posto) se sotto la lente
si mette il paragrafo “Giustizia e
Sicurezza”, appesantito però dai
numeri che inquadrano il fenomeno
dei furti d’auto, fenomeno che vede
la provincia ionica tra le peggiori
del Paese.

La macroarea “Cultura”: novantunesimo
posto, peggio in puglia
solo la Bat. Particolarmente basso
l’indice della “sportività”, 104esimo
posto su 107. L’Atleta di Taranto
non abita più qui. Da segnalare,
dal punto di vista generale, l’arretramento
delle province pugliesi
con l’eccezione di Bari e, in modo
particolare, di Lecce, che sale di
dodici posizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche