21 Gennaio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Gennaio 2021 alle 15:05:14

Cronaca

​Amat, nuove pensiline alle fermate dei bus​


L’Amat nelle prossime settimane
installerà novanta nuove pensiline presso le fermate
dei bus.
Con queste nuove installazioni la partecipata
del trasporto pubblico persegue due obiettivi
«migliorare il confort dei viaggiatori in attesa
alle fermate, soprattutto quelle al di fuori del
perimetro urbano, e arricchire gli spazi pubblici
con complementi d’arredo urbano nuovi, funzionali
e utili alla collettività. L’impegno dell’azienda – così
come dichiarato dal presidente Giorgia Gira – è
volto unicamente alle esigenze della nostra utenza
attraverso il raggiungimento di elevati livelli di
confort ed efficienza del servizio».

A tal fine,
l’azienda di trasporto pubblico ha bandito la relativa
gara e le offerte saranno esaminate il prossimo
23 gennaio. «Le nuove pensiline dovranno avere
caratteristiche molto precise. Dovranno tutte essere
dotate di una seduta metallica lunga 2 metri e larga
0.30 metri, di portacenere e portarifiuti integrati
e la copertura dovrà garantire un alto livello di
protezione dal sole e dalle intemperie. Per la loro
realizzazione il bando contempla l’utilizzazione
soltanto di materiali metallici, che diano garanzia
sufficiente dagli atti vandalici. La struttura dovrà,
inoltre, essere dotata di supporti metallici amovibili
per ospitare pannelli informativi, pubblicità
istituzionale e commerciale. Un impegno preso e
mantenuto da Amat e dall’Amministrazione».

«L’installazione di queste strutture protettive
– commenta il sindaco Melucci – è atteso da
tempo, soprattutto dalle migliaia di pendolari
giornalieri, studenti, lavoratori e cittadini che
devono raggiungere scuole e uffici».
«Il percorso di rinnovo urbano consentirà ai
cittadini di usufruire del servizio di trasporto con i
giusti confort di sicurezza e protezione. I cittadini
meritano la nostra cura e attenzione; agli stessi
chiediamo quello stessa cura e rispetto verso un
bene che è di tutti».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche