Cronaca

​Miti, leggende e creature straordinarie​

Ecco i “dodici mesi” di Programma Sviluppo


«Si chiama “In Puglia. Terra di creature
straordinarie” ed è il terzo capitolo di una storia iniziata nel
2016, quando per la prima volta Programma Sviluppo pensò
si potesse salutare il nuovo anno con un calendario in grado
di associare il design dell’illustrazione artistica con la potenza
della narrazione».

Fulvio Iurlaro, project manager dell’organismo formativo pugliese annuncia così la presentazione del
calendario 2019 targato ancora una volta Programma Sviluppo. Dopo “Taranto è…” del 2017 e “Taranto, terra di eccellenze
e innovatori” del 2018, la nuova idea allarga la visuale alla
Puglia per diffondere leggende e storie di piccole comunità e
trasformarle in patrimonio di un’intera regione.
«Nei primi due anni – ha aggiunto Iurlaro – eravamo impegnati
in una stimolante e difficile sfida, quella del rilancio della
città di Taranto, dove Programma Sviluppo ha aperto la sua
prima, storica, sede, attraverso la valorizzazione del territorio,
il rilancio turistico e la creazione di nuova impresa.

Oggi
abbiamo scelto di ampliare al territorio regionale la nostra
avventura nel visual storytelling. Innanzitutto per il nostro
forte radicamento in tutto il territorio pugliese: le sedi di Bari,
Lecce, Galatina e Francavilla Fontana hanno affiancato negli
anni la sede tarantina moltiplicando le sfide di chi è deciso
a costruire futuro affrontando le sfide della formazione, del
lavoro e del welfare. Sfide che celebriamo nelle dodici storie
che ci accompagneranno per il 2019».
Tante le storie narrate grazie al lavoro di due ex corsisti di
Programma Sviluppo: «le illustrazioni – ha evidenziato il
project manager – sono di Vitantonio Fosco, conosciuto dal
team di comunicazione di Programma Sviluppo sui banchi
del corso di Grafico Pubblicitario classe 2010: è un’originale
tecnica di bricolage digitale, caratterizzata da tagli netti e da
forme tondeggianti. Fosco è stato illustratore per Feltrinelli
e per alcuni eventi di Matera 2019 Capitale Europea della
Cultura.

L’impaginazione è stata invece curata da Marco
Panico, anche lui in passato nostro corsista. Sono due dei
tanti giovani che hanno scelto di restare in Puglia, dove oggi
esprimono il loro talento. E siamo orgogliosi di aver offerto il
nostro contribuito perché quei talenti crescessero».
«Soprattutto In Puglia. Terra di creature straordinarie» parla
con la forza dell’evidenza: da Diomede, archetipo del formato re in Puglia, al primo college della storia sorto a Otranto. E poi
i tre porti di Puglia, in omaggio all’impegno del primo Istituto
Tecnico Superiore per la Logistica di Puglia di cui Programma
Sviluppo è socio fondatore. E, ancora, le storie di resilienza:
la laboriosità pugliese, la Puglia artigiana con la scoperta del
pizzo e del tombolo, fino alla Puglia che innova con il collaudo
del primo robot della storia creato da Archita a Taranto oltre
2000 anni fa.

«Creature straordinarie – ha commentato l’assessore alla Cultura di Taranto Fabiano Marti – sono anche
i professionisti di Programma Sviluppo: non solo per questa
bella iniziativa che racconta storie meravigliose di Puglia e
quindi di Taranto, ma anche perché questo calendario nasce
dal progetto “Taras” che favoriva la diffusione dell’idea di turismo sostenibile a Taranto, di cui l’amministrazione comunale
era parte attiva, e ha dato vita a diverse startup – ha concluso
Marti – che hanno generato lavoro nel nostro territorio».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche