Cronaca

L’Asl di Taranto svela gli obiettivi per il 2019

Il dg Rossi ha anche illustrato l’attività svolta durante l’anno appena trascorso


Nei giorni scorsi, presso
l’auditorium dell’ospedale Ss. Annunziata di Taranto, si è tenuto il tradizionale
scambio di auguri tra la direzione generale dell’Asl di Taranto e i rappresentanti
degli organi di informazione, organizzato dalla Struttura di Comunicazione e
Informazione Istituzionale dell’Asl Taranto.
La circostanza è stata l’occasione per
fare il punto della situazione sull’attività
dell’Asl di Taranto nel 2018, e per illustrare gli obiettivi che l’azienda intende
perseguire nel 2019.

Il direttore generale, Stefano Rossi, ha
sintetizzato le principali attività e gli
obiettivi conseguiti nel corso dell’anno
che si sta concludendo. In particolare,
il direttore Generale si è soffermato sul
«rilancio dell’ospedale di Castellaneta,
reso possibile anche grazie al coinvolgimento di nuove professionalità di spicco,
attive presso il nosocomio, sull’avvio
e implementazione della Rianimazione dell’Ospedale di Martina Franca, e
sull’attività di integrazione dei reparti di
chirurgia dei diversi ospedali dell’Asl».
Successivamente, il direttore si è soffermato sull’ospedale di Grottaglie che, «in
seguito all’approvazione del nuovo Piano
di Riordino Ospedaliero della Regione
Puglia, è in fase di riconversione in struttura di riabilitazione, di lungodegenza e
di geriatria. In particolare è stata avviata
la riabilitazione fisica, con 15 posti».

La
riconversione dell’Ospedale di Grottaglie
è stata l’occasione per ribadire l’obiettivo
della «territorialità della sanità, perseguito da questa direzione strategica, e
che nel 2018 ha visto come momento più
significativo l’inaugurazione della nuova
sede del Distretto Socio-Sanitario n. 7, a
Manduria». «Nell’ottica dell’implementazione della medicina territoriale, l’Asl
di Taranto ha proseguito con la stipula
di accordi con comuni della provincia
(l’ultimo, pochi giorni fa, con il Comune
di Ginosa, che ha fatto seguito ad accordi analoghi con i comuni di Statte, San
Giorgio Jonico e Lizzano) per l’individuazione e la cessione in comodato d’uso
gratuito di immobili ove collocarvi servizi sociosanitari territoriali».
Il Dirigente Responsabile della Struttura
di Comunicazione e Informazione Istituzionale, Vito Giovannetti, ha ringraziato gli organi di stampa per «la fattiva
collaborazione con l’Asl Taranto che nel
corso dell’anno ha organizzato 15 conferenze stampa e diffuso 80 comunicati
stampa. Il ringraziamento è ancora più
sentito in considerazione anche del difficile momento che vive il giornalismo in
Italia e nel mondo».

A questo proposito,
il dirigente responsabile della Struttura
di Comunicazione e Informazione Istituzionale ha voluto ricordare che, «proprio
nel momento in cui presso l’Asl Taranto
si viveva questo momento conviviale, nel
Duomo di Trento si celebravano i funerali di Antonio Megalizzi, il giornalista di
29 anni ucciso nell’attentato di Strasburgo dello scorso 11 dicembre».
Sono state anticipate, infine, alcune delle
attività e iniziative previste per il 2019.

«Anzitutto una campagna sulla donazione degli organi, che risulta di fondamentale importanza se si tiene conto del
basso tasso di consenso alle donazioni da
parte di cittadini pugliesi. Inoltre, nei primi mesi del 2019 sarà avviato un progetto
per il potenziamento dei servizi sociosanitari in favore dei migranti, progetto che
sarà finanziato dal Ministero dell’Interno
in quanto l’Asl Taranto, capofila di un’associazione di enti che coinvolge anche
Asl Brindisi e Asl Lecce, è risultata beneficiaria di un finanziamento in seguito
all’approvazione di un progetto presentato nell’ambito di un avviso pubblico
ministeriale. Infine, sempre sul fronte dei
migranti, nei prossimi mesi sarà presentato un protocollo per la gestione sanitaria e sociosanitaria degli stessi».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche