Cronaca

​«Taranto penalizzata dal governo 5 stelle»​

Il segretario provinciale: per il capoluogo ionico solo briciole


«Mentre negli anni passati dalla manovra di
bilancio i Governi del Pd hanno finanziato con centinaia
di milioni di euro il Cis (Contratto Istituzionale di Sviluppo) e i progetti per Taranto, il Governo 5 stelle in questa
manovra votata al Senato senza che nessun parlamentare
potesse studiarla, ha sbeffeggiato Taranto con bruscolini.
Non solo non sono riusciti, e per fortuna, a fare nulla di
quanto hanno miseramente promesso agli elettori che li
hanno votati, ma continuano a prendere in giro tutta la
comunità ionica».

Così il segretario provinciale Pd Taranto, Giampiero Mancarelli. «Non
bastava un finto polo di ricerca, che
chissà magari riuscirà a produrre
al massimo un paper come quello
presentato dalla europarlamentare
5 stelle Rosa D’Amato che dopo 5
anni di vacanze a Bruxelles rientra
a Taranto con il suo unico frutto
quinquennale ovvero un progetto di
ricerca a cui neppure i suoi colleghi
cinque stelle tarantini e al Parlamento Italiano hanno dato alcun credito.
Il governo dalla manovra per Taranto ha previsto solo una nuova
commissione. Che, come è noto,
non si nega a nessuno.
Quest’altra supercommissione, in seno al Mise, sarà lautamente finanziata con trecentomila euro. Questi gli unici
fondi che andranno a Taranto, o meglio, alla Commissione
del Mise!
Il cui unico vero compito sarà quello di commissariare
i già commissari Ilva, sempre in seno al Mise! Mentre nulla è ancora dato sapere circa il quando e il come partiranno i lavori di bonifica a loro commissariati!

Ma vi è
di più: hanno già sostituito il coordinatore del Cis Giampiero Marchesi, uomo prezioso e puntuale con un nuovo
dirigente che mai ha messo piede a Taranto fino ad ora,
oltre a cambiare, sempre tramite la manovra di bilancio,
i partecipanti del tavolo Cis.
Con una modifica al decreto istitutivo infatti il nuovo
Governo ha moltiplicato le poltrone ministeriali a discapito di quelle locali tagliando
così i rappresentanti di regione e
comuni insistenti nell’area. Il solito
accentramento “democratico” dei 5
stelle. Tutto in mano loro a Roma e
nulla per i cittadini di Taranto».

Continua Mancarelli: «Un ringraziamento sincero e forte a Giampiero Marchesi che ha egregiamente
condotto il tavolo del Cis, che ha
permesso di utilizzare in oltre un
anno di lavoro una spesa imponente
su Taranto e per la sua reale riconversione.
Speriamo la sua sostituzione non
certifichi la definitiva morte dell’utilizzo dei fondi del Cis. In bocca al
lupo allora a tal Raniero Fabrizi, nuovo referente. A lui
l’onore e l’onere di proseguire l’ottimo lavoro profuso,
circondato sin dalla prossima riunione da più rappresentanti dei ministeri che della Regione e degli Enti Locali.
Sperando che almeno loro ne sappiano qualcosa, o almeno
più degli eletti 5 stelle di Taranto che tacciono persino di
fronte a questa ennesima presa in giro per i tarantini».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche