Cronaca

I fornitori: “Abbiamo fatture insolute per 1 milione di euro”


TARANTO – Un milione di debito nei confronti della cooperativa Zootecnia Jonica. La società Archita Finance rappresentata da Fabrizio Pomes, che gestisce la storica Centrale del Latte è in difficoltà nel pagamento delle fatture di fornitura del latte e gli allevatori bloccano le consegne. Da giovedì 1 novembre scorso la Coldiretti, di cui fa parte la cooperativa, ha stoppato la fornitura che nell’ultima fase rappresentava circa il 50% del latte necessario alla produzione. Una produzione che nel giro di due anni si è praticamente ridotta di oltre un terzo. “In principio – ci racconta il direttore di Coldiretti, Francesco Carbone – fornivamo circa 220 quintali di latte al giorno, oggi ce ne richiedono appena 80 quintali visto che la produzione della centrale è calata”. Ma oltre a dover produrre meno latte gli allevatori da sette mesi non ricevono il saldo delle fatture.

“Esiste un contratto che stabilisce il pagamento dopo 60 giorni – fa sapere ancora Carbone – ma sono sette mesi ormai che i fornitori non vengono pagati. In un semestre hanno avuto appena 2 mila euro a fronte del milione di euro che la cooperativa avanza. Eppure sappiamo che i clienti della centrale hanno provveduto regolarmente a saldare le fatture. Gli operai sono in cassa integrazione e quindi anche i costi del lavoro sono diminuiti. Non si capisce quindi per quale motivo non si provveda a pagare la cooperativa”. Per la prossima settimana è previsto un confronto tra l’associazione di categoria, il presidente della cooperativa e l’amministratore della società. “Vogliamo garanzie sul passato o sul futuro. Non promesse, ma atti. O agiremo di conseguenza” fa sapere Carbone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche