29 Novembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 29 Novembre 2020 alle 08:31:58

Cronaca

​Esplode una bomba in via Minniti, danni e paura​

Devastato nella notte l’androne di un palazzo


Paura in via Minniti per
l’esplosione di una bomba carta.

L’ordigno rudimentale è stato fatto deflagrare, dopo la mezzanotte dell’altra sera, nell’androne
di uno stabile.
Il forte boato ha buttato giù da letto
gli inquilini del palazzo e ha messo in
allarme i residenti della zona.
L’esplosione ha distrutto il portone, ha
mandato in frantumi una vetrata e ha
danneggiato le pareti dell’androne.
Appena è stato dato l’allarme sul posto
sono intervenuti gli agenti della Squadra
Volante e i loro colleghi del Scientifica.
In queste ore gli investigatori della
Squadra Mobile stanno ascoltando gli
inquilini per accertare se il pesante
avvertimento fosse indirizzato ad uno
di loro.
A maggio scorso un’altra bomba di
piccolo potenziale era stata fatta deflagrare sempre in via Minniti e aveva
danneggiato la parte esterna del portone
di un palazzo.

La deflagrazione aveva danneggiato il
portone d’ingresso e causato la rottura
dei finestrini di due auto parcheggiate
a poca distanza dal luogo dove si era
verificata l’esplosione.
Anche in quella circostanza sul posto
erano intervenuti gli agenti della Squadra Volante e i loro colleghi della Polizia Scientifica che avevano effettuato i
rilievi necessari per risalire agli autori
dell’attentato.
L’ordigno di maggio era stato confezionato con cinque grossi petardi con all’interno chiodi e viti.In quella occasione al momento della deflagrazione
(avvenuta poco prima dell’una) non
c’erano passanti, e quindi non si erano
registrati feriti.
Due anni fa sempre in via Minniti furono esplosi due colpi di pistola contro il
portone d’ingresso di un palazzo. Uno
stabile con numerosi appartamenti.
Fortunatamente i proiettili non avevano
colpito inquilini e passanti.
Anche in quella circostanza i carabinieri
del comando provinciale intervenuti sul
posto avevanpo ascoltato gli inquilini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche