Cronaca

​Furti di energia elettrica: danni per 40mila euro​

I controlli eseguiti dai poliziotti del Commissariato Borgo


Controlli per contrastare i furti di energia
elettrica: la Polizia di Stato ha accertato circa 40mila euro
di danni.

Nei giorni scorsi gli agenti del Commissariato
Borgo, coadiuvati dai tecnici dell’azienda erogatrice di
energia elettrica, ha effettuato numerosi controlli per accertare allacci abusivi alla rete elettrica. In Città Vecchia,
in un circolo privato situato in via Garibaldi, sin da subito,
è apparsa evidente la manomissione del contatore elettrico.
Da un sommario controllo i tecnici hanno riscontrato un
allaccio diretto alla rete pubblica che alimentava solo gli
elettrodomestici, in modo tale da far registrare dei consumi
minori rispetto alle apparecchiature instasllate nel locale.
Il gestore del circolo è stato così denunciato in stato di libertà
per furto di energia elettrica. Il danno stimato dai tecnici di Enel Distribuzione è stato quantificato in circa 20.000 euro.
In via Pola, invece, all’interno di uno stabile, è stata riscontrata una situazione di grave pericolo per l’incolumità
di tutti gli inquilini.

Un contatore era stato completamente
divelto dalla parete e i cavi allacciati direttamente alla rete
pubblica mettendo in serio pericolo l’incolumità degli inquilini del palazzo. La presenza di cavi elettrici di notevole
potenza completamente scoperti avrebbe potuto provocare
un corto circuito.Dopo aver messo in sicurezza l’impianto
con l’intervento dei tecnici, i poliziotti hanno provveduto a
denunciare in stato di libertà dei responsabili delle manomissioni riscontrate.
Anche in questo frangente il danno riscontrato per l’azienda
erogatrice si aggira intorno ai 20.00 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche