Cronaca

​Patto per tutelare i tesori di Taranto​

Accordo per preservare il patrimonio culturale e paesaggistico


Tutela del patrimonio
culturale e paesaggistico: accordo
fra l’Autorità di Bacino Distrettuale
dell’Appennino Meridionale e la
Soprintendenza archeologica delle
arti e paesaggio per le province di
Brindisi, Lecce e Taranto.

«Applicare approcci scientifici
innovativi in aree soggette sia a
vincolo culturalee paesaggistico,
significative e di riconosciuto valore identitario, sia in aree soggette
a rischio idrogeologico, sulla base
dell’implementazione di un sistema
di conoscenze condiviso. Ma anche sviluppare progetti di comune
interesse;approfondire il sistema
delle conoscenze disponibili ed
integrare valutazioni e verifiche;
correlare sistemi di pianificazione,
metodologie e misure attinenti gli
strumenti di pianificazione; attivare percorsi sperimentali per la
definizione di criteri e linee guida
finalizzate alla tutela, difesa e gestione delle risorse acqua e delsuolo
e alla salvaguardia e valorizzazione
del patrimonio paesaggistico e
culturale».

Sono alcune delle finalità previste
dall’accordo stipulato oggi fra
l’Autorità di Bacino Distrettuale
dell’Appennino Meridionale – ex
Autorità di Bacino dei Fiumi
Liri-Garigliano e Volturno – ed il
Ministero per i Beni e le Attività
Culturali e la Soprintendenza archeologica delle arti e paesaggio
per le province di Brindisi, Lecce
e Taranto.
L’accordo è stato firmato dal segretario generale dell’Autorità di
Bacino, Vera Corbellie dal Soprintendente Maria Piccarreta.
Fra gli altri obiettivi previsti dal
documento di collaborazione anche
definire strategie condivise per la
prevenzione e la sperimentazione
di modelli integrativi di valutazione del rischio per la salvaguardia
del patrimonio culturale e relativa messa in sicurezza; sviluppare linee guida per la difesa del suolo, la
tutela e il monitoraggio del sistema
fisico-paesaggistico-culturale e
predisporre un programma informativo e formativo, attraverso
l’organizzazione congiunta di
workshop e seminari sui temi della
tutela del patrimonio ambientale/
culturale.

«Le attività di pianificazione e
programmazione- ha spiegato il
Segretario del Distretto Vera Corbelli- si basano su un complesso
ed integrato sistema di conoscenze
delle caratteristiche geologiche,
geomorfologiche, idrogeologiche,
idrologiche, geotecniche, idrauliche, biologiche, agro-forestali e
pedologiche, territoriali, ambientali, culturali e socio-economiche.
Un sistema di conoscenze che è
in costante aggiornamento e che
grazie all’accordo con la Soprintendenza si arricchisce di nuovi
elementi e preziosi contributi. La
collaborazione è in piena sintonia:
con la normativa per la tutela del
patrimonio ambientale che prevede di garantire la protezione e la
conservazione per fini di pubblica
funzione oltre che promuovere la
conoscenza del patrimonio culturale e ad assicurare le migliori condizioni di utilizzazione e fruizione
pubblica del patrimonio stesso, con
il percorso dei piani di gestione delle acque e degli alluvioni approvati
ed in corso di approvazione in linea
con le direttive europee, con gli
accordi con il Mibac, con percorsi
tecnico-scientifici innovativi che si
stanno sviluppando con il progetto Prin – Pericles (Protecting the
cultural heritage from water-soil
interaction related threats) a cui
l’Autorità di Bacino Distrettuale
sta collaborando».

La Convenzione Europea del paesaggio riconosce al paesaggio
un ruolo centrale nella formazione del benessere individuale e
sociale affermando la necessità
della sua salvaguardia, gestione e
pianificazione. La Soprintendenza
archeologica belle arti e paesaggio
per le province di Brindisi, Lecce
e Taranto è garante della tutela del
patrimonio culturale e paesaggistico di un vasto territorio prima
denominato, “Terra d’Otranto”,
comprendente le province di Brindisi, Lecce e Taranto e 146 Comuni.
«Si tratta di un territorio di eccezionale valenza paesaggistica che
è tutelato dai piani paesaggistici
della Regione Puglia (Pptr) che
pongono interamente sotto tutela
la “Terra d’Otranto”».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche