21 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Settembre 2021 alle 18:53:00

Cronaca

​QR e App: le guide tecnologiche​

Presentate la cartina e l’applicazione per ammirare le bellezze della città


L’informazione per i turisti si fa tecnologica e Taranto si porta al passo coi tempi. Arrivano
una cartina della città dotata di Qr Code e una app che
consentiranno di avere informazioni immediate sulle
migliori bellezze che la città può offrire.

Le interessanti novità sono state presentate a Palazzo
di Città dall’assessore alla cultura Fabiano Marti, entusiasta di queste iniziative che serviranno a rendere
Taranto in linea con gli standard di informazione oggi
richiesti dai turisti.
La prima novità è la cartina con il codice Qr. Basterà
puntare lo smartphone sul codice per ottenere tutte le
informazioni sui dodici luoghi più importanti della città.
«I siti che vengono raccontati attraverso il Qr code – ha
spiegato l’assesore Marti – sono stati selzionati da un
comitato di esperti».

I dodici luoghi selezionati sono
quelli che offrono uno sguardo sulla storia di Taranto:
la Chiesa di San Domenico, Palazzo Pantaleo, Santa
Chiara, l’ipogeo di via Cava, Palazzo d’Aquino, San
Cataldo, Palazzo di Città, Tempio e colonne doriche,
il Castello Aragonese, l’Arsenale, il museo MarTa, la
Chiesa del Carmine. Tutti luoghi storici ai quali, però,
forse poteva essere aggiunto un tuffo nella modernità
con la concattedrale di Gio Ponti, celebrata all’estero
e ancora non adeguatamente apprezzata a Taranto. Si
può comunque rimediare.

L’altra interessante novità è l’applicazione nata da un
progetto di alternanza scuola-lavoro tra Museion e il
Liceo Aristosseno del preside Salvatore Marzo. L’app,
come ha spiegato Francesco Carrino di Museion, invia
un messaggio sugli smartphone quando si è nei pressi
di un luogo di importanza storica. Basterà poi cliccare
per ottenere le info con la descrizione del luogo o del
monumento. «Con questi strumenti – ha detto l’assessore – abbiamo voluto mettere a disposizione dei turisti
servizi innovativi per alzare i nostri standard di accoglienza». Le cartine saranno distribuite gratuitamente
nelle strutture ricettive e nei palazzi comunali. L’app
è invece scaricabile gratuitamente dagli store sul web.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche