Cronaca

​L’impegno dei vigili contro l’abusivismo le doppie file ed i parcheggiatori​

Ieri è stato celebrato San Sebastiano, patrono della Polizia Locale


«Taranto non è una città facile, noi ce la metteremo tutta per contribuire in positivo al suo cambiamento e dare attuazione a quelli che sono gli indirizzi dell’amministrazione comunale, ma soprattutto auspico che la città comprenda i sacrifici che quotidianamente gli operatori di polizia locale affrontano per garantire tutti i servizi alla collettività che quotidianamente ci vengono richiesti». Stamat­tina, in occasione della messa in onore di San Seba­stiano, patrono dei vigili urbani, il comandante della Polizia locale di Taranto, Michele Matichecchia, ha tracciato un bilancio dell’attività svolta durante l’anno appena trascorso.

«Il nostro impegno quotidiano è teso a migliorare sempre più i servizi offerti ai cittadini, attività che comportano, come ben sappiamo, da un lato grandi soddisfazioni professionali ma anche numerosi sa­crifici personali. I nostri sono compiti attuati sempre a contatto diretto con i cittadini e tale rapporto pur­troppo non sempre risulta agevole a causa di forme di insofferenza che pervadono la nostra società e che spesso inducono l’utente, da una parte a recla­mare una mano sempre più severa nei con-fronti di coloro che non rispettano le regole del vivere civile, e paradossalmente, dall’altra a giustificare con larga indulgenza ogni propria azione incongrua o incivile. Oggigiorno si sente dunque forte il bisogno di recupe­rare appieno il senso civico comune, che porterebbe ovviamente grande beneficio a tutta la comunità. In questi ultimi anni abbiamo assistito a una continua crescita delle competenze della Polizia Locale impen­sabile solo fino ad alcuni anni fa, attività che hanno modificato in modo sostanziale il ruolo e il modo di essere della polizia locale. Basti pensare ai continui interventi legislativi che prevedono sempre di più il coinvolgimento dei sindaci e delle polizie locali in materia di sicurezza urbana».

«La Polizia Locale di Taranto – ha spiegato Matichec­chia – si è adeguata ai cambiamenti in atto, adattando il proprio operato ai nuovi scenari che si vanno deli­neando a livello nazionale e locale. La disponibilità di mezzi e risorse umane sono fondamentali per affrontare al meglio questi cambiamenti, elementi che non sono mai mancati, grazie alla grande attenzione rivolta dell’Amministrazione Comunale nei confronti della Polizia Locale. Nell’anno trascorso e nell’ottica di modernizzazione e recupero di efficienza del cor­po, si è proceduto a dotare tutte le pattuglie presenti sul territorio di strumenti informatici che consentono di ricevere ed effettuare telematicamente comunica­zioni con la Centrale Radio Operativa, predisporre relazioni di servizio, effettuare verifiche ed accer­tamenti sui veicoli, rilevare i sinistri stradali ecc., senza dover utilizzare il materiale cartaceo e senza dover rientrare appositamente in sede per espletare gli adempimenti conseguenziali. Tutto ciò rappresenta un “vero fiore all’occhiello” per il nostro comando, e consente di affrontare le nuove ed impegnative sfide con un alto livello di professionalità e con tecnologie all’avanguardia. È stato inoltre rinnovato il parco auto, si è proceduto all’acquisto delle radio veicolari e al potenziamento della centrale radio con nuove tecnologie».

«L’anno trascorso ha portato anche ad un poten­ziamento del corpo dal punto di vista delle risorse umane, infatti, nonostante le difficoltà e i limiti imposti dalle norme nazionali, si è dato inizio all’assunzione di un cospicuo numero di operatori di Polizia Locale, 12 unità a tempo inde-terminato e 8 a tempo determinato. Alcuni hanno già iniziato questa nuova esperienza lavorativa, dimostrando da subito capacità operativa, preparazione professionale e soprattutto molto entusiasmo. A tal proposito sento di dover ringraziare il sig. sindaco, Rinaldo Melucci, per aver mantenuto l’impegno assunto all’atto del suo insediamento, ovvero quello di accelerare l’iter procedimentale per l’assunzione di nuovi agenti di polizia locale e potenziare la direzione Polizia Locale, e siamo certi che anche per l’anno in corso ci riserverà altre sorprese in tal senso. Queste nuove assunzioni hanno consentito di riorganizzare il servizio, prolun­gando l’orario giornaliero e garantendo una maggiore visibilità e presenza nei punti principali della Città. Ciò rappresenta non un punto di arrivo ma solo un punto di partenza per giungere gradualmente a co­prire l’intero arco giornaliero, cosi come richiestoci dalle vigenti norme regionali e nazionali e dalle Forze di polizia presenti sul territorio».

«Taranto non è una città facile – ha evidenziato il comandante dei vigili – noi ce la metteremo tutta per contribuire in positivo al suo cambiamento e dare attuazione a quelli che sono gli indirizzi dell’ammi­nistrazione comunale, ma soprattutto auspico che la città comprenda i sacrifici che quotidianamente gli operatori di polizia locale affrontano per garantire tutti i servizi alla collettività che quotidianamente ci vengono richiesti. Durante l’anno appena trascorso, abbiamo portato avanti, coerentemente con quanto fatto negli anni precedenti, il progetto di potenzia­mento dei sistemi automatici di accertamento delle infrazioni e di controllo della viabilità, l’ampliamento dei sistemi di videosorveglianza, oltre all’espleta­mento di tutte le attività che ci vengono attribuite per legge in materia di codice della strada, infor­tunistica stradale, commercio, edilizia e ambiente, rivolgendo una particolare attenzione a quelle attività che maggiormente sono oggetto di critica da parte dei cittadini, ovvero il commercio abusivo su area pubblica, la doppia fila e non ultimo il fenomeno dei parcheggiatori abusivi».

«In merito all’attività di parcheggiatori abusivi, nell’anno trascorso è stato approvato su proposta dell’assessore Cataldino il regolamento di Polizia urbana, un nuovo strumento che tiene conto delle indicazioni del decreto Minniti, consentendo alla polizia locale e a tutte le forze di polizia di utilizzare nuovi e più incisivi strumenti per combattere questo fenomeno, che certamente crea fastidio e insicu­rezza nei cittadini. In materia ambientale abbiamo intensificato le attività per contrastare l’abbandono indiscriminato di rifiuti sulla pubblica via, infatti è stato ulteriormente implementato il servizio di accertamento attraverso l’utilizzo delle cosiddette “fototrappole”, che consentono il monitoraggio continuo delle aree maggiormente interessate da questo fenomeno. Tutto ciò sempre nell’ottica di contribuire a fornire una visione diversa della città ai tanti turisti che affollano la nostra città attratti dal Castello Aragonese, dal Museo e dalle tante bellezze presenti nell’isola.

E’ stato altresì consentito il sereno svolgimento sul territorio di un numero elevato di manifestazioni pubbliche e private, civili, militari e religio-se. Solo a titolo esemplificativo, mi fa piacere ricordare il lavoro svolto in occasione delle manifestazioni denominate “Medimex”- “Raffo Fest” – “Spartan Race”, “Concertone del 1° Maggio”, nonché il giuramento solenne del corso marescialli della Marina Militare e degli allievi della scuola volontari dell’Aeronautica Militare, svoltisi sulla Rotonda del Lungomare di Taranto. Abbiamo inoltre garantito a varie produzioni cinematografiche, che hanno scelto come set ideale i bellissimi scorci della nostra città, le ordinate e sicure riprese per la rea­lizzazione di Film di caratura internazionale.

Certo obiettivamente queste manifestazioni talvolta hanno potuto rappresentare un qualche fastidio e arrecato disagio ai cittadini, ma il ritorno turistico, culturale e d’immagine ottenuto è fonte d’orgoglio per questa Città e per la sua Amministrazione. Tutte attività – ha ricordato il dirigente – che hanno visto impegnata la Polizia Locale in stretta collaborazione con le Forze di polizia presenti sul territorio, alle quali non posso certo sottrarmi nel porgere un ringraziamento per la continua e proficua collaborazione fornita quoti­dianamente. Il tutto si è potuto svolgere in perfetta sintonia e senza alcun problema, grazie al puntuale coordinamento di tutte le forze presenti sul campo, da parte di Sua Eccellenza il Prefetto, al quale va il mio personale ringraziamento per aver coinvolto la polizia locale nei vari momenti istituzionali ed operativi che ci chiamano in causa, consentendo la massima valorizzazione del Corpo. L’anno trascorso ha visto inoltre l’attivazione del gruppo comunale de­nominato Volontari Ausiliari del Traffico, che voglio pubblicamente ringraziare per l’attività che svolgono quotidianamente presso le scuole della nostra città a tutela dei bambini.

Attività che viene svolta a titolo gratuito e con grande spirito di servizio da persone che a mio avviso rappresentano quella parte della Città che agisce in silenzio per il bene comune e per costruire una città migliore, tralasciando la polemica e la critica sterile che oggigiorno caratterizzano la nostra società e la nostra comunità. Il Servizio di Protezione Civile, in quest’anno particolarmente ricco di eventi climatici estremi che hanno interes­sato il nostro territorio, i continui allerta meteo e la nevicata di pochi giorni orsono, è stato in grado di fronteggiare sempre al meglio tali criticità. Per quan­to concerne la sicurezza stradale, continua l’attività dei tecnici del servizio traffico, incardinato nella direzione della Polizia Locale, finalizzata a ridurre l’incidentalità attraverso la continua manutenzione della segnaletica stradale, e la realizzazione di im­portanti infrastrutture».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche