Cronaca

​Gal-Tecnopolis: accordo per le giovani imprese​

​Gli obiettivi sono lo sviluppo economico del territorio e l’innovazione del tessuto imprenditoriale


Gal Magna Grecia
e “Tecnopolis” Parco Scientifico
e Tecnologico insieme per lo
sviluppo economico del territorio
e l’innovazione del tessuto imprenditoriale, con una particolare
attenzione a quelle imprese in
grado di occupare i giovani “cervelli” evitando che si trasferiscano
altrove.
Martedì 22 gennaio, presso la Camera di Commercio, la professoressa Annamaria Annicchiarico,
Amministratore Unico Tecnopolis
PST, e il dottor Luca Lazzàro,
Presidente Gal Magna Grecia,
hanno firmato un Accordo quadro
di collaborazione.

Con questo Accordo nasce una
sinergia positiva tra Tecnopolis e
il Gal Magna Grecia, il Gruppo di
Azione Locale che abbraccia un
ampio territorio che va dalle cento
masserie di Crispiano fino al mare
cristallino di Pulsano, passando da
importanti centri come Grottaglie
e San Giorgio Jonico.
Creata dall’Università degli Studi
di Bari, Tecnopolis PST è una
società consortile senza fini di
lucro, con sede a Valenzano dove
gestisce il Parco Scientifico e Tecnologico, un incubatore in cui sono
nate e si sono sviluppate numerose
aziende innovative di successo
Obiettivo dell’Accordo è realizzare
una collaborazione nell’ambito di
una serie di iniziative sperimentali
del Gal Magna Grecia, finalizzate
alla diffusione della cultura di impresa e alla innovazione di aziende
esistenti sul territorio. Si tratta di azioni già previste nel Piano di Azione
Locale del Gal che è stato finanziato
dal PSR 2014-2020 della Regione
Puglia.

Molte di queste saranno realizzate a favore di aziende in grado
di dare un contributo significativo alla
soluzione delle annose problematiche
legate alla disoccupazione giovanile.
Tra queste si segnala la creazione
presso la sede del Gal Magna Grecia
di un “Rural Hub”, un incubatore
a favore di 26 start up innovative
vincitrici di un bando di prossima
emanazione da parte dello stesso Gal.
È previsto, inoltre, anche un secondo
bando per 9 start up operanti nel
sociale.
Le Start up potranno così avvalersi in
sito anche del know how di elevatissimo livello dello staff d’impresa di
Tecnopolis, professionisti in grado
di accompagnare le imprese lungo
il loro percorso di sviluppo.
Grazie all’Accordo quadro di collaborazione, soprattutto, il “Rural
Hub” del Gal Magna Grecia sarà
inserito di fatto nei network di
incubatori di cui fa già parte il
Parco Scientifico e Tecnologico
di Tecnopolis: l’Associazione dei
Parchi Scientifici Tecnologici
Italiani – APSTI (www.apsti.it)
e la rete European BIC Network
– EBN(www.ebn.be). La possibilità di accedere e confrontarsi con
queste due importanti reti di incubatori, consentirà alle start-up del
“Rural Hub” del Gal Magna Grecia di crescere esponenzialmente
la propria capacità di innovazione,
facendosene a loro volta portatrici
sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche