12 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 12 Maggio 2021 alle 06:11:00

Cronaca

Ilva e Corte europea, gli ambientalisti esultano: riconosciute le nostre ragioni

Emessa stamattina la sentenza


La Corte Europea per i diritti dell’uomo avrebbe riconosciuto
violazioni alla Convenzione Europea dei Diritti Umani nella tortuosa vicenda
Ilva.

La sentenza è stata emessa oggi giovedì 24 gennaio. A darne notizia è
l’ambientalista Daniela Spera con gli avvocati Sandro Maggio e Leonardo Laporta. L’iniziativa era stata promossa dalla stessa Spera nel 2013 per conto di
52 cittadini. Nel 2015, si era aggiunto un nuovo ricorso presentato da altri 130
tarantini con prima firmataria l’ex consigliera comunale Lina Ambrogi Melle.

La
Corte ha accorpato le due istanze. I ricorsi erano stati presentati contro lo Stato
ritenuto responsabile di non aver garantito la tutela dell’ambiente e della salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche