29 Gennaio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 28 Gennaio 2022 alle 22:49:00

Cronaca

​«Troppi disagi, così Taranto resta isolata​

Il consigliere regionale Liviano scrive all’assessore


La Stazione di Taranto

«Le azioni programmate dalla Regione Puglia d’intesa
con la Rete ferroviaria Italiana
e Trenitalia e, almeno in teoria,
finalizzate a migliorare la qualità
dell’offerta ferroviaria italiana,
risultano, come da più parti lamentato, non rispettose delle aspettative
di trasporto da e verso Taranto».

Gianni Liviano, consigliere regionale del Gruppo Misto, va dritto
al nocciolo della questione: la
difficoltà di collegamenti tra il
capoluogo ionico e i Comuni della
sua provincia ma anche con realtà
limitrofe a quella ionica.
«È il caso, per esempio, della
decisione di Trenitalia di sopprimere le fermate di Castellaneta e
Palagianello. Inoltre, Castellaneta
e Palagianello sono le uniche due
stazioni lungo la tratta Bari-Taranto
che non hanno visto l’incremento di
fermate poiché a Palagiano da anni
fermano i bus Ctp, Sita e SudEst».

«Per questi motivi – spiega Liviano – ho ritenuto di dover scrivere
all’assessore regionale ai Trasporti,
Giovanni Giannini, perché Taranto
non può continuare a pagare un
prezzo sempre più alto in termini
di disagi per viaggiatori e pendolari
oltre che di isolamento».
Tre le richieste che il consigliere
regionale ha sottoposto all’at-tenzione dell’assessore Giannini: «Un
treno (o bus sostitutivo) che arrivi
a Taranto da Francavilla-Grottaglie
intorno alle 7 del mattino, un servizio – ricorda Liviano – presente
in verità fino al 9 dicembre scorso
e poi sostituito con un treno/bus
che arriva alle 8, troppo tardi per
le esigenze di molti lavoratori e
studenti».

Le altre due richieste riguardano
un treno, o bus sostitutivo «che
parta da Taranto, destinazione
Metaponto, verso le ore 16 in modo
da consentire il rientro a casa e
una maggiore attenzione verso le comunità di Palagianello e Castellaneta servite, allo stato, solo da
Fs che collega a Bari raccogliendo
chi parte da Mottola e Palagiano
nella stazione di Palagianello e chi
parte da Laterza nella stazione di
Castellaneta. Queste tre richieste
– conclude Gianni Liviano – mi
paiono di facile risoluzione, per
questo mi aspetto che l’assessore
Giannini provveda a fornire risposte e a dare soluzione a questi
problemi fortemente penalizzanti
per gli spostamenti dei viaggiatori
delle comunità indicate».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche