02 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 01 Dicembre 2021 alle 20:15:00

Cronaca

Muore travolto da un furgone


TARANTO – Incidente fatale per un pedone stamattina davanti all’Asl di Tramontone. Antonio Laiso, 72enne, é stato travolto da un furgoncino proprio mentre si stava recando al poliambulatorio. Si tratterebbe di una tragica fatalità secondo le prime ricostruzioni della polizia. L’anziano intorno alle nove di stamattina, stava andando alla Asl. Mentre stava attraversando la strada, é stato travolto da un tre ruote che in quel momento stava uscendo proprio dal cancello del poliambulatorio. Il settantenne ha urtato violentemente la testa sul parabrezza del furgoncino, per poi cadere sull’asfalto privo di sensi. Un impatto che si é rivelato fatale per l’anziano.

Il conducente, appena si é reso conto di aver investito il pedone, é subito sceso per soccorrerlo. Sulla strada c’erano anche altre persone che hanno assistito all’incidente. E’ stato immediatamente allertato il medico del poliambulatorio. Il medico della Asl si é subito precipitato in strada per aiutare l’anziano. Purtroppo le sue condizioni sono apparse subito molto gravi. Il settantenne é stato portato d’urgenza all’ospedale Santissima Annunziata. Ma non c’é stato niente da fare per Antonio Laiso, che potrebbe aver perso la vita già durante il trasporto al nosocomio tarantino. Sul posto dell’incidente é intervenuta la polizia di stato. In seguito, gli agenti della locale stazione di polizia hanno tracciato i rilievi e avviato le indagini per capire le esatte dinamiche dell’incidente. I poliziotti hanno interrogato il conducente del furgone, che sconvolto ha dichiarato di non aver visto l’anziano attraversare. Gli agenti adesso cercano di capire a quale velocità andasse il tre ruote al momento dell’impatto. Secondo le prime ipotesi sembrerebbe improbabile una elevata velocità da parte del furgoncino, ma i poliziotti aspettano di raccogliere maggiori elementi. Un aiuto alle indagini sarà dato anche dalle testimonianze della gente che era presente durante il tragico incidente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche