23 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Aprile 2021 alle 17:54:14

Cronaca

Droga a fiumi: al via gli interrogatori


TARANTO – Blitz antidroga “Centauro”: domattina al via i primi interrogatori. Diciotto dei ventiquattro arrestati saranno ascoltati, per rogatoria, dal gip Patrizia Todisco.

Dopo cinque anni di indagini condotte dagli investigatori della Squadra Mobile sono stati emessi provvedimenti restrittivi nei confronti del trentaduenne Cosimo Boccuni, del cinquantatreenne Francesco Buonfrate, del trentunenne Nicola Capozza, di Michele e Paolo Ciccolella, rispettivamente di trenta e quarantasette anni, del ventinovenne Giovanni D’Ancona, del trentunenne Vincenzo D’Ancona, del quarantaduenne Angelo De Leonardo, del trentatreenne Nicola Fanelli, del trentaduenne Agostino Guarino, del ventinovenne Giulio Modeo, del trentenne Francesco Molinaro, del trentasettenne Massimo Nardelli, del venticinquenne Michelangelo Palmieri, del quarantasettenne Pasquale Pastore, del cinquantunenne Antonio Potenza, del trentottenne Leonardo Ruta, della trentaquattrenne Giovanna Trillo, del trentenne Nicola Valentini, di Alessio e Antonio Viggiani rispettivamente di ventiquattro e trenta anni. Hanno ottenuto gli arresti domiciliari la trentottenne Lucia Portacci, la ventottenne Maria Palmieri e la ventisettenne Fabiana Fonzino. Il collegio di difesa è composto, tra gli altri, dagli avvocati Fabrizio Lamanna, Gaetano Vitale, Angelo Casa, Antonio Mancaniello, Giuseppe Lecce, Pasquale Blasi e Mirko Porzia. Il gruppo con a capo Giulio Modeo, figlio del boss Claudio, aveva avviato un fiorente traffico di cocaina e di eroina, che venivano acquistate a Bari e Brindisi e spacciate sul mercato tarantino, soprattutto ai Tamburi e a Paolo VI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche