05 Agosto 2021 - Ultimo aggiornamento il: 04 Agosto 2021 alle 06:15:17

Cronaca

Il prefetto istituisce il tavolo di crisi


TARANTO – Si terrà lunedì in Prefettura la riunione convocata per un esame della complessa e complessiva situazione sanitaria ionica. Ieri i sindacati hanno incontrato il prefetto Claudio Sammartino alla luce delle scadenze, al prossimo 15 novembre, dei contratti per i medicI precari dell’Asl. Contratti in verità già scaduti il 31 ottobre, ma in parte prorogati (una trentina dei 128 sono rimasti esclusi). L’iniziativa di lunedì, fanno sapere dalla Prefettura, è stata ritenuta necessaria dopo l’incontro con i segretari generale delle organizzazioni sindacali che nella missiva inoltrata al prefetto Sammartino denunciano “il rischio di non poter garantire il diritto di cura dei cittadini dell’area ionica nonchè la sicurezza degli operatori sanitari nell’espletamento delle loro professioni”.

Hanno chiesto l’apertura di un tavolo di crisi regionale che formalizzi con atti deliberativi lo stato di emergenza immediata, ma anche prospettica con un confronto articolato sui Livelli Essenziali Assistenziali, sulla dotazione organica e sulla destinazione all’Asl dell’extra risparmio regionale nella misura non inferiore al 50%. Il tavolo si apre lunedì, quando alle 15.30, nel salone di rappresentanza della Prefettura il prefetto Sammartino incontrerà l’assessore regionale alle Politiche della Salute, Ettore Attolini. Alla riunione parteciperanno anche il direttore generale dell’Asl, Fabrizio Scattaglia, il presidente della Provincia, i sindaci di Taranto, Martina Franca, Grottaglie e Statte in quanto componenti della Conferenza dei sindaci per l’Asl tarantina, nonchè le organizzazioni sindacali ed il Tribunale dei diritti del Malato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche