Cronaca

Va al Nord in cerca di lavoro e perde la vita in un incidente


TARANTO – E’ andato al nord in cerca di lavoro, ma ha trovato la morte. Un grottagliese quarantasette anni, Martino Orlando, ha perso la vita in un tamponamento avvenuto ieri pomeriggio sulla superstrada, tra Fano e Grosseto. L’uomo è morto sul colpo mentre altre tre sono rimaste ferite. L’incidente è accaduto intorno alle 17.30 lungo la superstrada E78 a pochi metri dallo svincolo di Lucrezia, quando una Ford Ka di colore rosso, che procedeva in direzione monte-mare, si è improvvisamente fermata in mezzo alla carreggiata per la mancanza di carburante nel serbatoio. I tre che viaggiavano con Martino Orlando (che era alla guida) sono scesi dalla macchina per spingerla, nel vano tentativo di spostarla in una posizione di maggior sicurezza.

Ma non c’è stato tempo. Proprio in quel momento, infatti, è sopraggiunto un furgone di una azienda di vendita e noleggio gru alla cui guida c’era un fanese di trentanove anni che non ha fatto in tempo a frenare. Martino, che sedeva nella posizione di guida, è morto sul colpo. Inevitabile l’impatto, un violento tamponamento. Il conducente dell’automobile ha avuto la paggio, gli altri passeggeri, invece, sono riusciti ad allontanarsi in tempo ma sono comunque rimasti feriti e sono stati condotti al pronto soccorso dell’ospedale Santa Croce di Fano. Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco, i soccorritori del 118, la Polizia stradale di Urbino e i Carabinieri. Dopo il tremendo incidente il traffico della E78 ha registrato forti rallentamenti in entrambe le direzioni di marcia. Alla guida del furgone, come si diceva un 39enne fanese che risulta in buone condizioni. Il conducente dell’auto, Martino Orlando, purtroppo è rimasto incastrato tra le lamiere. Gli altri occupanti dell’auto sono rimasti feriti. Due hanno riportato fratture varie mentre altri due sono già stati dimessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche