02 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 01 Dicembre 2021 alle 20:15:00


SONY DSC

STATTE – Anti-sciacallaggio dopo il tornado: un’intera famiglia finisce nella rete dei carabinieri. Padre e figlio agli arresti domiciliari, un altro figlio denunciato a piede libero. I militari della locale stazione e della Compagnia di Massafra, impegnati in mirati servizi di controllo antisciacallaggio hanno colto in flagranza di reato Vito Convertino, persona già nota alle forze dell’ordine ed il figlio Pasqualino. Segnalato in stato di libertà, invece un altro figlio, O.C., incensurato. I tre si erano introdotti in un’abitazione, situata in corso Vittorio Emanuele, rimasta momentaneamente incustodita per inagibilità causata dal tornado, con il chiaro intento di depredarla.

Il raid è stato stoppato grazie all’immediato intervento dei carabinieri, allertati dal proprietario dell’abitazione, il quale aveva sorpreso la famiglia peraltro a lui nota, mentre era intenta a caricare sulla loro autovettura dei manufatti in metallo ed alluminio, del valore di circa tremila euro. Giunti prontamente sul posto, i militari dell’Arma hanno bloccato i due fratelli e li hanno condotti immediatamente in caserma, anche per evitare che gli altri stattesi potessero aggredirli, visto che stavano compiendo un reato odioso, approfittando di un momento di confusione causato dallo stato di emergenza. Nel frattempo i carabinieri hanno intercettato il padre dei due ragazzi che era riuscito a darsi alla fuga, con la sua macchina. Le ricerche hanno consentito ai militari di rintracciare il fuggitivo presso la sua abitazione e di accompagnarlo in caserma. I militari hanno dovuto proteggere la famiglia dal linciaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche