Cronaca

Truffa con le carte di credito. Scatta un arresto della Polizia


TARANTO – Truffa via internet con le carte di credito: scatta un arresto della Polizia. Nel pomeriggio di ieri gli agenti in borghese della sezione di pg della Squadra Volante, al termine di una accurata indagine, hanno arrestato il 61enne tarantino Paolo Nigro per truffa aggravata e continuata, ricettazione e sostituzione di persona. Le indagini sono partite l’11 dicembre scorso, dopo una denuncia a carico di ignoti, da parte di una persona che lamentava di essere stato truffato. L’uomo, un 63enne tarantino, ha riferito agli agenti di aver constatato dall’estratto conto della sua carta di credito che erano state eseguite 4 transazioni, per un totale di 15mila euro per acquisti di capi d’abbigliamento griffati, effettuati attraverso internet, il tutto ovviamente a sua insaputa.

Le immediate indagini degli investigatori della Questura hanno consentito di risalire prima all’azienda che aveva fornito la merce e successivamente di accertare che tramite uno spedizioniere, alcuni di questi articoli acquistati sarebbero stati consegnati nella mattinata di ieri al destinatario. I poliziotti dopo aver individuato il corriere ed il luogo della consegna hanno pianificato un servizio di appostamento per scoprire il destinatario della merce. Infatti ieri, intorno alle 13, gli agenti, dopo aver assistito alla consegna da parte dello spedizioniere, avvenuta in Piazza Castello, hanno fermato Nigro che aveva appena ritirato i pacchi. Hanno anche accertato che le due schede telefoniche usate dal 61enne per compiere la truffa erano intestate ad ignari utenti, che peraltro, si sono visti recapitare bollette telefoniche senza mai aver stipulato alcun tipo di contratto con compagnie telefoniche. Nigro è stato posto agli arresti domiciliari. Proseguono le indagini con la collaborazione della Polizia Postale, per accertare eventuali complici. Sempre nel pomeriggio di ieri gli agenti della Squadra Volante hanno arrestato tre giovani tutti originari di Manduria, per furto tra gli scaffali di un centro commerciale. Il personale addetto alla sicurezza, aveva appena fermato tre persone che avevano oltrepassato la barriera delle casse dell’ipermercato nascondendo in una borsa merce, senza pagarla. La merce rubata, del valore di circa 500 euro, è stata restituita ai responsabili dell’ipermercato. I tre sono finiti ai domiciliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche