Cronaca

E domani in Aula il Parlamento decide sul decreto


TARANTO – Settimana decisiva per il futuro dell’Ilva di Taranto. Domani approda in aula alla Camera il decreto legge del Governo finalizzato sia ad assicurare la continuità produttiva dello stabilimento, l’applicazione delle prescrizioni dell’Autorizzazione integrata ambientale e la commercializzazione dei prodotti finiti e dei semilavorati bloccati dal sequestro. Il decreto è stato già approvato in commissione alla Camera nei giorni scorsi ed emendato in alcuni punti. Sono state inserite le misure di prevenzione e protezione della salute della popolazione più esposta agli effetti dell’inquinamento.

In particolare è stato aggiunto che “il ministro della Salute riferisce annualmente alle commissioni parlamentari sullo stato di salute della popolazione coinvolta, sulle misure di cura e prevenzione messe in atto e i loro benefici”. E sulla Valutazione di danno sanitario per l’inquinamento dei poli industriali di Taranto e Brindisi, nel decreto legge ora si afferma che in tutte le aree degli stabilimenti industriali cui si applicano le norme le Asl e le Arpa locali “devono congiuntamente redigere, con aggiornamento almeno annuale, un rapporto di valutazione del danno sanitario (Vds) anche sulla base del Registro tumori e delle mappe epidemiologiche sulle principali malattie a carattere ambientale”. E contro il decreto “salva Ilva” sabato circa diecimila persone hanno manifestato per le vie della città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche