22 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Aprile 2021 alle 15:06:21

Cronaca

Carceri, sciopero della fame anche a Taranto


 

Neanche l’appello di Mario Monti che gli ha fatto visita nella speranza di convincerlo a sospendere lo sciopero della fame e della sete, riesce a far recedere Marco Pannella dalla sua protesta per le condizioni delle carceri italiane.

I medici sono sempre più allarmati sulle sue condizioni di salute. Ma la protesta del leader radicale trova supporter anche a Taranto, dove l’avv. Mino Cavallo, referente dell’associazione Antigone per la provincia di Taranto, ha cominciato anche lui uno sciopero della fame.

L’obiettivo è lo stesso: sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema delle carceri italiane. L’avv. Cavallo in una nota sottolinea il «vergognoso stato e le condizioni inumane in cui versano oggi i detenuti» e sollecita una «immediata riforna del sistema carcerario e della relativa legislazione».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche